Chi siamo

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CIRCOLO DELLA LIBERTÀ

Pubblicata il 2 ottobre 2009

L’Associazione Nazionale Circolo della Libertà nasce il 20 novembre 2006 dall’iniziativa spontanea di un gruppo di giovani esponenti del mondo dell’imprenditoria e delle professioni, per dare corpo e voce a tutte quelle persone che non trovano più un’adeguata rappresentanza nei vecchi rituali della politica. Vi erano infatti grandi parti della società civile che si sentivano escluse dai processi di costruzione del futuro nazionale: gli imprenditori, i lavoratori dipendenti e autonomi, i professionisti, le donne, i giovani, gli studenti. Molti cittadini si sentivano messi in un angolo da una burocrazia incomprensibile e da un sistema di cooptazione che favorisce le lobby e non i meriti

Presidente dell’Associazione Nazionale Circolo della Libertà è Michela Vittoria Brambilla.

Attraverso il Circolo della Libertà, i cittadini sono scesi in campo per difendere i propri diritti, i propri interessi, la propria libertà. Una fitta rete di Circoli, con sedi in tutta Italia (e all’estero dove ci sono comunità di italiani), è da allora il luogo di dibattito e di intervento.

I Circoli della libertà si ispirano ai principi della democrazia liberale ed ai valori comuni alle grandi democrazie occidentali, fondate sul pluralismo democratico, sullo Stato di diritto, sulla non discriminazione, sulla tolleranza, sulla proprietà privata, sull’economia sociale di mercato.

Il nostro ruolo è quello di rappresentare le istanze dei cittadini perché siano di stimolo al lavoro di Governo e Parlamento, e perché offrano un contributo al Popolo della Libertà. Intendiamo “condizionare” la politica del nostro Paese.

Tanti i temi di cui ci siamo occupati e di cui ci occuperemo: abbiamo l’ambizione di affrontare tutti quelli che riguardano la vita del cittadino, quali ad esempio la famiglia, le nascite, l’educazione, la salute, la formazione, la scuola, il lavoro. E poi, ancora, l’immigrazione, la giustizia, la sicurezza, la sussidiarietà, il welfare, i rapporti con i paesi esteri, la tutela dell’ambiente e degli animali…

Il 27 marzo 2009, in occasione del Congresso costituente del Popolo della Libertà, i Circoli della libertà hanno formalmente dato la loro adesione al nuovo soggetto politico, del quale sono stati riconosciuti fondatori dal presidente Silvio Berlusconi.

La sede nazionale dell’Associazione è in via Torino 68 a Milano. Chiunque voglia creare un Circolo della Libertà, associarsi a uno già esistente, o affiliare un’associazione ai Circoli della Libertà, può chiamare il numero verde 800-949411.

Il sito Internet www.circolodellaliberta.it è un importante strumento di comunicazione a disposizione di tutti i Circoli.

I Circoli nascono dalla libertà, nella libertà e per la libertà, perché l’Italia sia sempre più moderna, libera, giusta, prospera, autenticamente solidale.

MICHELA VITTORIA BRAMBILLA:
PRESIDENTE ASSOCIAZIONE NAZIONALE CIRCOLO DELLA LIBERTÀ

Michela Vittoria Brambilla è un parlamentare della repubblica italiana, un imprenditore nel settore dell’acciaio e una convinta militante animalista.

È stata Ministro del Turismo nel IV Governo Berlusconi, incarico ricoperto anche in forza dell’esperienza maturata in qualità di Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confcommercio (novembre 2003 – marzo 2008), la confederazione italiana che riunisce il maggior numero di imprese del commercio, dei servizi e del turismo
In rappresentanza dell’Italia, il 26 ottobre 2010, Michela Vittoria Brambilla è stata eletta per acclamazione Presidente del Consiglio Esecutivo dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, il braccio operativo dell’Onu che riunisce 154 paesi e oltre 400 organizzazioni.

Da sempre impegnata nella storica azienda di famiglia, “Trafilerie Brambilla Spa”, industria leader nell’ambito dell’acciaio inossidabile e per la quale rappresenta la quarta generazione, ha cominciato a dedicarsi anche alla politica solo dal 2007, fondando i Circoli della Libertà. La sua attività di deputato e di membro di governo ha determinato una rivoluzione culturale ed una vera e propria svolta per quanto riguarda la gestione di tanti temi ambientalisti da parte della politica italiana. Con lei, il tema della difesa dei diritti degli animali é arrivato in consiglio dei ministri ed ha assunto una dignità mai avuta in passato. É stato questo il naturale percorso di chi ha dedicato un’intera vita a dare voce a chi non ne ha.

Michela Vittoria Brambilla è infatti presidente fondatrice della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, ma la sua attività in questo ambito è iniziata all’età di 13 anni, con la fondazione della sezione di Lecco della Lega Antivivisezionista (Le.a.l.). Successivamente aveva militato nell’Enpa ed era stata presidente provinciale della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. E’ stata direttore de “Il corriere a 4 zampe”, da lei stessa ideato. Un periodico diffuso in ambito animalista.

Negli anni in cui è stata presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confcommercio, ha dato vita alla campagna contro l’abbandono “Finalmente entro anch’io”, promovendo l’ingresso degli animali domestici in tutti i pubblici esercizi e le strutture ricettive italiane aderenti a Confcommercio. In qualità di Ministro del Turismo, ha ripreso questo progetto realizzando “Turisti a 4 zampe”, che prevedeva una serie di spot istituzionali contro l’abbandono trasmessi dalle reti Rai e una guida online e cartacea che riunisce migliaia di ristoranti, alberghi, spiagge, campeggi, agriturismo ecc, dove gli animali sono i benvenuti.

Nel corso del suo incarico di governo, grande è stato il suo impegno per la creazione di un’Italia “Animal Friendly”, che ha prodotto una vera e propria rivoluzione culturale, aprendo le porte di tante città agli amici a quattro zampe, nei luoghi pubblici, sui mezzi di trasporto pubblico e nei pubblici esercizi e promuovendo anche la nascita di spiagge dedicate ai turisti con animali.

Il 23 maggio 2010 ha presentato il movimento La Coscienza degli Animali, da lei fondato insieme a Umberto Veronesi, il cui manifesto é stato già sottoscritto on line da moltissimi cittadini. Ne sono garanti importanti personalità del mondo della scienza, della cultura e dell’arte. Il movimento condanna il maltrattamento degli animali, chiede l’abolizione della vivisezione, della caccia, dei circhi con animali, degli zoo, delle feste e palii che prevedono lo sfruttamento di animali, dell’uccisione di animali da pelliccia, della macellazione rituale e della vergogna degli allevamenti.
Il 15 ottobre 2011 è stata insignita del premio San Francesco 2011 giunto alla sua decima edizione.

Nel corso della sua attività parlamentare ha depositato come primo firmatario un disegno di legge che vieta l’allevamento, la cattura e l’uccisione di animali allo scopo di produrne pelli e pellicce, ha rivolto numerose interrogazioni al governo in tema di tutela dei diritti degli animali, dagli allevamenti alla vivisezione, è relatrice in commissione ambiente della nuova legge che si propone di eliminare il randagismo.
Negli ultimi giorni in cui era ministro ha effettuato un blitz all’interno dell’allevamento di cani beagle destinati alla vivisezione Green Hill, di Montichiari (Bs), che è stato oggetto di un suo esposto alla Procura della Repubblica e ai Nas per le condizioni degli animali, con richiesta di provvedimenti cautelari e di sequestro degli animali, ed è sempre stata in prima fila per chiudere il tristemente noto lager, obiettivo raggiunto lo scorso 18 luglio con il sequestro della struttura da parte del Corpo Forestale dello Stato. Michela Vittoria Brambilla ha condotto anche in sede parlamentare questa battaglia, scrivendo la oramai famosa norma che prevede il divieto di allevamento di cani, gatti e primati destinati alla sperimentazione in tutto il territorio nazionale.

Il 23 marzo 2012 ha presentato a Roma la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente di cui è fondatore, insieme alle più importanti associazioni del panorama nazionale. Si tratta del primo soggetto di tipo federativo nato nel nostro paese per riunire le realtà che operano sul fronte della tutela degli animali e dell’ambiente, rendendo ancora più efficace la comune azione.

La Federazione si è dotata di un giornale on line, www.nelcuore.org, del quale Michela Vittoria Brambilla è direttore editoriale, che diffonde e approfondisce notizie anche di carattere internazionale sui temi animalisti e ambientalisti.
Con questo nuovo soggetto, Michela Vittoria Brambilla ha continuato l’importante lavoro svolto da ministro per rendere l’Italia più civile e più “Animal Friendly”, iniziativa che ha preso il nome “Vacanze a 4 Zampe” e che é stata ulteriormente ampliata, grazie alla sigla di un accordo quadro con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, nella direzione di un miglioramento della qualità di vita per gli animali ed i loro proprietari. E ha vinto una battaglia epocale: dopo decenni che cittadini e movimenti animalisti lo chiedevano a gran voce, grazie all’accordo da lei siglato con Trenitalia, finalmente tutti i cani, di tutte le taglie, possono ora salire su tutti i treni, comprese le Frecce e gli Eurostar, viaggiando anche in 1° classe ed in business.

Michela Vittoria Brambilla è vegetariana e vive con 15 cani, 34 gatti, 3 cavalli, 1 minipony, 2 asini, 2 daini, 7 capre, 3 galline e circa 250 piccioni.