Lettere

DELUSO DALLA POLITICA

Pubblicata il 14 ottobre 2009

Caro presidente, sono un ragazzo di 33 anni, lavoro come dipendente. Questa estate, nel pronto soccorso della mia città, ho aspettato 6 ore per avere un gesso a un polso rotto! Non mi hanno chiesto soldi perché era un codice verde, ma non mi sembra normale aspettare così tanto. Non sono però d’accordo a togliere il ticket sul codice bianco perché trovo che moltissime persone (specie extracomunitari) usino il pronto soccorso per non fare la fila dal proprio medico, oppure perché lo trovano più semplice così. I tempi cambiano e ci si deve adeguare. Non trovo giuste tante cose che non vanno in questa Italia sempre più ladra, maleducata, ingiusta, ma non questa dei ticket sui codici bianchi. Spero che il circolo delle libertà possa entrare in parlamento alle prossime elezioni nella speranza che non diventiate come gli altri partiti (cioè che non rappresentano gli elettori e si fanno i fattacci loro). Ho sempre votato a destra, e l’ultima così per cambiare mi sono detto “e se fossero le mie idee a essere sbagliate! Vediamo se cambia qualcosa votando a sinistra con un governo che ha stilato un programma serio (più di 100 pagine)”. Invece niente uguale o peggio di prima. E ho capito che non ci sono persone che mi rappresentano perciò alle prossime elezioni voto scheda bianca!!!!!!! I politici sono persone insulse, spesso ignoranti, e sono lì per fregare soldi ai cittadini fino al resto dei loro giorni visto che sono anche tutti ultra-anziani. Propongo che tutte le persone che non sono contente di questi politici votino scheda bianca.
Non capisco veramente come si faccia a non mettersi d’accordo su tutto, se io parlo con un ragazzo di sinistra, un’idea comune alla fine si trova sempre perché il buon senso lo abbiamo entrambi, evidentemente votiamo sempre persone che questa qualità non l’hanno.
Stefano