Chi siamo

Diteci la vostra

Pubblicata il 19 ottobre 2009

Che cosa ne pensate della crisi di governo? Fateci sapere la vostra opinione, mandandoci una e-mail all’indirizzo lettere@circolodellaliberta.it
Qui sotto trovate le lettere che ci sono arrivate.

È FINITO CARNEVALE
Mercoledì 22 febbraio 2007, giorno delle ceneri, è finito il carnevale e con esso la carnevalata del governo Prodi. Si apre un periodo di quaresima per la sinistra, che dovrà riflettere sulla sua incapacità a governare l’Italia. Recitiamo un Te Deum di ringraziamento. Amen!
Maria

L’INIZIO DELLA RINASCITA
L’inizio della fine per Prodi e della rinascita per il nostro paese! Dimissioni, dimissioni, dimissioni! È chiaro il messaggio? Hasta la libertad, siempre!!!
Chiara

ELEZIONI SUBITO
Un ex elettore di centro sinistra chiede mobilitazione a tutti i livelli. Prodi e il suo governo a casa! Elezioni subito per la nuova Italia!
Stefano

ANDATEVENE
Se ne andrà il Governo? Io spero di sì.
Mark

ERA ORA
Era ora, ragazzi! Non se ne poteva più. Finalmente è chiaro che il centro-sinistra non è in grado di governare questo paese.
Adele

NON MI FIDO PIÙ DI PRODI
Avevo fiducia in Prodi. Pensavo che sarebbe stato in grado di raddrizzare questo paese. Mi sono sbagliato. La gente è sempre più triste, arrabbiata per un’oppressione fiscale ingiusta!! Ma quei furboni che occupano ora le “cadreghe” di Montecitorio sanno che cosa significa campare con 1.000 euro al mese? Eh, no, così non può andare. Loro fanno il bello e il brutto tempo e noi siamo qui tartassati di tasse…. Ora che ne abbiamo l’occasione, presidente Napolitano, la prego, torniamo alle urne!!!
Gianni

LO SAPEVO!
Me lo sentivo che presto sarebbe successo! Ora finalmente potremo dimostrare come si governa l’Italia.
Giada

IL GOVERNO DEL FARE E DISFARE
Ma vi rendete conto che prima hanno messo i ticket sanitari sulle visite specialistiche e poi hanno deciso di toglierli? Una vera e propria ammissione di colpa…. Ma come si fa a dare fiducia a gente che, come Penelope, fa e disfa la tela? Ragazzi, io questi li avevo votati, ma nella vita si sbaglia… Presidente, torniamo alle urne.
Micky

CHE ERRORE IL MIO VOTO!
E pensare che io avevo votato il centro sinistra… Che erroraccio!!! Così non si può andare avanti. Prodi deve andarsene a casa. L’Italia ha bisogno di una guida forte.
Gabriella

IL CENTRO SINISTRA È PATETICO
Dopo aver sentito le dichiarazioni del centro sinistra, non riesco a capire come si possa ancora consentirgli di governare un Paese che attraversa una grande crisi. Sono incapaci, patetici e stanno continuando con le loro ridicole dichiarazioni a prendere in giro l’Italia intera, ma soprattutto il loro elettorato che spero non dimostri per l’ennesima volta di essere un elettorato bue. Subito al voto.
Umberto

DAI RAGAZZI, DIAMOCI DA FARE
Dobbiamo rivotare ora! Questo governo è caduto! Stanno facendo un colpo di stato per non lasciare le poltrone! Dobbiamo votare subito! È un’occasione d’oro e dobbiamo vendicare il 9 e 10 aprile! Qui a Como siamo centinaia di giovani pronti a invadere le piazze per le politiche 2007, per Silvio Berlusconi presidente!!!! Se così non fosse, bisogna organizzare una manifestazione oceanica a Roma per convincere Napolitano a sciogliere le camere!!! Dai ragazzi!!!
Max

GLI ITALIANI MERITANO DI PIÙ
È mai possibile che “certa gente” non voglia rendersi conto che gli elettori, sia di destra e sia di sinistra, sono davvero stufi? Perché vogliono a tutti i costi trascinare questo paese nel baratro dell’ingovernabilità? Forse per raggiungere la loro pensione? Basta, vogliamo un governo serio, che sappia governare il nostro Paese con continuità come è stato fatto nella scorsa legislatura. L’Italia e gli italiani meritano di più!
Jimmy

UN ARTIGIANO STUFO
Ebbene sì, il mio voto era andato al centro sinistra. Ora, ragazzi, non sopporto più nemmeno di vedere la faccia della gente che ho votato. Sono un artigiano, da quarant’anni lavoro come un mulo e il ringraziamento che ho avuto da questo governo è una pioggia di tasse. Basta, non ne posso più. Ne ho le scatole piene!! Andiamo al voto!!
Lino

LA FAMIGLIA NON SI TOCCA
Dunque chi ha più figli pagherà più tasse? Io e mia moglie ne abbiamo quattro. Da sempre crediamo nella famiglia e nel valore dei figli. Entrambi abbiamo votato a centro sinistra, ma questo non ce lo dovevano proprio fare… In un momento storico in cui tutto trama contro la famiglia, tartassarla è inammissibile!! L’occasione è arrivata: torniamo alle urne!!!
Marcello

NON PERDIAMO L’OCCASIONE
Adesso, pur di restare inchiodati alle poltrone, si mettono d’accordo su tutto. Abbiamo finalmente l’occasione per mandare via questo governo di incapaci. Per favore non fate l’errore di non approfittare di questa occasione e combattete affinché si riesca a farlo. Dobbiamo andare alle elezioni sennò questi ci rovinano. Dite al Presidente Napolitano che se vuole fare il Presidente di tutti gli Italiani deve capire che questo è l’unico sistema per sistemare le cose.
Luigi

NON MI SENTO RAPPRESENTATO
Ma che casino è quello del TFR? Qui ci vuole una laurea per capirci qualcosa. Io sono un operaio metalmeccanico e fortuna che il delegato sindacale della mia azienda mi ha spiegato qualcosa… Mi sento preso in giro. Ho votato questa gente che ora vuole prendersi anche i soldi che mi spettano. È da vent’anni che lavoro su turni. Ma loro sanno che cosa significa svegliarsi alle quattro del mattino? Neve, pioggia e vento… Si vergognino! Io voglio andare a votare. Questa gente non mi rappresenta più!!!
Elia

PRODI CI HA STUFATO
A casa! Prodi ha stancato tutti gli italiani, soprattutto noi giovani. Tutti di nuovo a votare!
Alberto

CHE REGALONE
La crisi è stata il più bel regalo x il mio compleanno!!! Al voto!!!
Vittorio

VOLEVANO ANDARE A CASA? PREGO…
Prodi e D’Alema avevano detto che in certe situazioni come quella attuale sarebbero andati tutti a casa? Allora mantengano la parola e chiedano lo scioglimento delle Camere con conseguenti elezioni anticipate. Facciano loro questo passo, a prescindere dall’opposizione, per coerenza e correttezza verso il corpo elettorale italiano. Elezioni anticipate al più presto!
Gianluca

VIA IL GOVERNO DI UNA TASSA AL GIORNO
Prodi non deve stare su quella poltrona neppure per 1 secondo… In soli 9 mesi ha distrutto il lavoro di Berlusconi. Il tornado Prodi ha creato un tassa al giorno per ogni giorno in cui è stato al potere… BASTAAAAAA.
Nico

SCENDIAMO IN PIAZZA
Oggi l’incertezza della maggioranza ci ha dato una certezza: vogliamo nuove elezioni! Altrimenti scendiamo in piazza. Noi cittadini siamo stanchi di essere presi in giro!
Paola

CONSULTATE IL POPOLO ITALIANO
L’illustre Presidente Napolitano semplicemente deve prendere atto che il governo uscente aveva solo la metà dei consensi dei cittadini italiani, ed ora non l’ha più. Non è lecito cercare artifizi bizantini, avviare mercati delle vacche, solo così si possono definire tali tentativi e cadute di stile e convenienza. Bisogna consultare il popolo italiano.
Piera

UNITI SOLO DALL’ODIO
Siamo di fronte a una crisi scontata… ma non troppo del governo Prodi. La “maggioranza”(?) di centro-sinistra ha dimostrato, se ancora ce n’era bisogno, che l’unica volontà che li tiene uniti è di gridare tutti insieme la formula magica “abbasso Berlusconi”.
Ida

NÉ SE NÉ MA
Tutti a casa, si torni a votare senza se e senza ma.
Rachele

TORNIAMO ALLE URNE!!
La mia famiglia, tutti i nostri amici e conoscenti hanno una gran voglia di tornare alle urne. Viva l’Italia, viva la libertà!!!
Giusy

LA DEMOCRAZIA È UNA COSA SERIA
Il governo Prodi doveva risanare l’Italia, e doveva durare cinque anni e invece nemmeno 10 mesi. Si vada alle urne immediatamente entro giugno 2007 punto e basta, perché la democrazia è una cosa seria e non può essere gestita da chi non la apprezza. Alle urne!!
Anto

IN DISACCORDO SU TUTTO
Ma se non sono d’accordo su niente, come possono pensare di governarci? Sì, io ho votato Prodi e ho convinto anche molti miei colleghi a farlo. Ne sono amaramente pentita. Vi prego, facciamo di tutto perché si torni al voto!!
Irma

FACCIAMOCI QUATTRO RISATE
Ridiamoci un po’ sopra, che dopo tanta amarezza un sorriso ce lo meritiamo:
Ma che bella la mozione
del ministro coi baffetti
or si cambia direzione
basta far gli scolaretti!

Or si dica ai ‘mericani
e ai signori afganistani
non mandiamo manco i cani
e ce ne laviam le mani

anche se purtuttavia
sai com’è coi comunisti
guai a fare gli atlantisti,
nel tremila si va via

sicché vadano d’accordo
il modesto con l’ingordo
i no global con Parisi
il salmone e i caci appisi

Il discorso è da manuale
da politico di razza
un paese ch’è normale
non la fa fuor della tazza

Ma in agguato c’è quel tale
che non vuol star di ramazza
ed a mo’ di caporale
prima ride e poi s’inc…

Tutti a dire “vota stronzo!”
ma lui fermo come un bonzo
lascia lì la tesserina
“tacci tu Pininfarina”

Fu così che per far sfoggio
della sua bravura immane
Massimino fece il gaggio
e mandò Prodi a p…
via e-mail

NO AL PRODI BIS
Egregio Presidente Napolitano, ho sentito in queste ultime ore, dagli organi d’informazione, che alcuni esponenti di “centro” hanno dichiarato la propria disponibilità ad un appoggio ad un governo Prodi-bis o a un governo con una diversa maggioranza. Io ho già scritto a Lor Signori, vale a dire a Follini, ai parlamentari di MPA e dell’UDC, per esprimere tutta la mia contrarietà: dal mio punto di vista, una simile eventualità tradirebbe esplicitamente l’intenzione popolare con la quale sono stati votati; è vero, nulla lo vieterebbe, tranne il rispetto del voto. In aggiunta, ho dichiarato ai parlamentari contattati che, in una simile eventualità, io non appoggerei più il futuro governo con le mie tasse; vale a dire, mi sentirei in diritto di non pagare più le imposte dovute, che io credo essere vincolate ad un rapporto di fiducia con le istituzioni.
Per questo, invito Lei, come Garante ultimo delle istituzioni del nostro Paese, a non permettere che una simile eventualità si realizzi e rimandi immediatamente le camere alla prova del voto popolare.
Gigi

IO FESTEGGIO
Sono a cuba e stiamo festeggiando la caduta del governo Prodi… Fate pure mille fax a nome mio e di tutti gli italiani stanchi dei comunisti…
Nina

L’ITALIA HA BISOGNO DI SCELTE FORTI
Questa crisi era nell’aria da quando il governo si è insediato. Una coalizione troppo eterogenea (per essere gentili). Pur di avere il potere (a qs non interessa altro) hanno messo insieme “il diavolo e l’acqua santa”. La CDL deve avere il coraggio di fare ora una scelta politica innovativa: basta persone che stanno al governo solo per i loro interessi. L’Italia ha bisogno di scelte forti e coerenti con le proprie origini. Salviamo la famiglia, diamo ai giovani l’orgoglio di essere italiani potendo identificarsi in un governo con scelte forti e coerenti, la politica ridiventi un servizio e non un lavoro a tempo pieno (2 legislature e poi a casa per almeno altre 3; indagine patrimoniale all’inizio degli incarichi politici e verifica a fine incarico: conosco sindaci che hanno iniziato il mondato essendo insegnanti di scuola media e hanno concluso i loro mandati miliardari…..). Insomma, ridateci fiducia, basta inciuci per tenersi la poltrona: siamo stufi e sfiduciati.
Susanna

A VOTARE!
Andiamo a votare! Non lasciamo più quell’armata brancaleone al governo!
Gianna

MANIFESTIAMO
Perchè non organizzate una manifestazione civile e pacifica ma numerosa fuori dal parlamento il giorno del discorso di Prodi ed anche sotto casa di Follini per manifestare il disappunto degli Italiani?
Via e-mail

VOGLIO UN GOVERNO SERIO
Adesso aspettiamo che si riprendano dai vari malanni… Allora mettiamo una infermeria per loro al senato e teniamoli inchiodati per ogni votazione… E questo sarebbe il governo SERIO che diceva quel tale… credo Prodi….
Ma andiamo a votare e vediamo dove li cacciamo.
Manuele

BASTA PRESE IN GIRO
Ritengo che rimandare Prodi alle camere sia una presa in giro per tutti noi. Infatti in poco tempo cadrà e avremo solo perso tempo.
Aldo

VERGOGNA!
Altro che felicità mortadelliana!
Siamo alla follia e alla più profonda tristezza!
Questo attuale governo è VERGOGNOSO!
Retto da politici vergognosi..!
Silvio, torna a salvarci!
Elisabetta

SONO INDIGNATO
Intendo esprimere la mia grande indignazione per il trasformismo di Follini, eletto grazie ai voti liberali di cittadini di centrodestra, e ora a braccetto con i cattocomunisti. La nostra lotta per la libertà continua, ma credo per poco, perché la caduta di Prodi è solo rinviata. Lunga vita ai valori del centrodestra, valori di libertà e serietà, di difesa della patria, della giustizia, della sicurezza e della famiglia cristiana.
Via e-mail

IL PRODI-BIS RISCHIA DI CADERE
È incredibile che il Capo dello Stato abbia rinviato il Governo Prodi alle Camere senza avere i voti necessari: non si può fare affidamento ai senatori a vita o ai traditori come Harry Potter! Il Prodi-bis rischia di cadere ancora entro breve tempo, pertanto il Presidente Napolitano si è prestato ad esporre l’Italia ad una pericolosissima ingovernabilità!
Matteo

PRESIDENTE, VOGLIAMO VOTARE
È inutile che Prodi e company ci riprovino, loro sono inchiodati alle loro sedie rinnegando per giunta il mandato della loro base, ma ora perfino chi li ha votati ha capito il loro gioco subdolo. Perciò a breve tempo, per un qualsiasi motivo, al Senato mancherà quel voto che adesso stanno comprando. Presidente Napolitano, ponga termine a questa inutile agonia, mandandoci tutti a votare, e l’Italia gliene sarà grata.
Elena

IO DICO: «AL VOTO!»
Che amara delusione per un giovane vedere questo scempio
della democrazia: «Non sono d’accordo, ma voterò sì per garantire la stabilità del mio governo…». La coscienza si vende per una poltrona… , i propri elettori vengono venduti
per una poltrona… . Come si possono ingannare così impunemente gli italiani alla luce del sole… Una politica
senz’anima e senza vergogna… io dico: AL VOTO!!
Via e-mail

SUBITO A VOTARE
Torniamo a votare e subito.
via e-mail

UN TANDEM PER PRODI
Mandiamo definitivamente Prodi a casa e regaliamogli anche un tandem: pedalerà con la sua Flavia su percorsi meno pericolosi per noi e, soprattutto, lontano da noi. Andiamo subito a votare.
Via e-mail

QUESTA SINISTRA ATTACCATA ALLE POLTRONE
Assistiamo all’ennesimo imbroglio della sinistra mistificatrice attaccata solo alle poltrone per esercitare meglio la sua ideologia prevaricatrice, adesso anche con la complicità del solito trasformista di turno, eletto con un mandato da parte di elettori del centro-destra ridotto, oramai, ad un comune pezzo di carta.
Ma il tempo sarà galantuomo e la verità avrà modo, tra breve, di esplodere con la forza rappresentata dai valori della parte più sana e maggioritaria del Paese. Forza Italia!!!
Via e-mail

NO AI VOLTAGABBANA
Il senatore Follini si vergogni per il suo gesto e abbia il coraggio di andarsene a casa per rispetto di chi lo ha votato. Chi cambia casacca dovrebbe essere espulso sia alla camera che al senato.
Via e-mail

CHE CORAGGIO!
Prodi ha ancora l’impudenza di presentarsi agli Italiani. Al voto. Subito!
Gianluigi

A CASA IL GOVERNO FANTOCCIO
Di questo governo tanto si è detto, ma mai come ora le bugie con le quali i signori componenti hanno ammantato e traviato i loro elettori e non, sono venute a galla con tanta irruenza. Mi ha infastidito molto, anche il pseudo aplomb inglese di D’Alema, madido di ipocrisia e falso perbenismo, il quale in barba alla democrazia, continua come nulla fosse accaduto. Mandiamo a casa questo governo fantoccio.
Via e-mail

PRODI CI PRENDE IN GIRO?
Ma, avete mai osservato attentamente il sogghigno che ha Prodi quando parla? È come se allo stesso tempo prendesse in giro la gente che lo “ascolta”. Io, confidenzialmente non lo guardo perché non riesco a vedere quella sfrontatezza che ha quando parla.
Che si vergogni! Via e-mail

FOLLINI CI HA TRADITO
Sono indignato del tradimento del sen Follini!!…… Ora si capisce perché questo signore rompeva sempre le scatole; sono nauseato del comportamento di questa sinistra, se veramente il Presidente della Repubblica avesse voluto porre fine a questo mercato dei senatori, avrebbe fatto bene a mandarci tutti alle urne, e allora si che li avremmo mandati a casa a suon di voti !!!!!
Claudio, via e-mail

SIAMO PUNTO E A CAPO
Caro presidente Napolitano, glielo dico io che venerdì saremo punto e a capo. Dobbiamo di nuovo andare a votare se vogliamo salvare l’Italia da questo governo ingovernato.
Via e-mail

A VOTARE SUBITO
Torniamo a votare e subito.
Sergio

CHE FIGURACCIA PER L’ITALIA
Sono letteralmente disgustato, ci stanno prendendo per i fondelli: questi signori, pur di non mollare le poltrone, stanno facendo fare una bruttissima figura internazionale al paese. Vadano a casa una volta per tutte e ci facciano di nuovo votare, come si fa in ogni paese democratico: Non vogliamo più vedere la faccia del MORTADELLA. Basta!
Via e-mail

MARCIAMO SU ROMA
Dobbiamo ragionare a 360° per mandare il più presto possibile questa sinistra a casa! Siamo pronti a marciare su Roma per dare vita a una manifestazione oceanica!
Via e-mail

SCENDIAMO IN PIAZZA
Scendiamo in piazza se si dovesse avere un governo Prodi basato sulla fiducia. Organizziamoci ma scendiamo in piazza…. Fate qualcosaaaaaaa!!!!!!!
Via e-mail

CHE IL POPOLO DICA LA SUA
Buongiorno. Credo che sia giusto che il popolo sovrano torni a dire la sua, e soprattutto che si ricordi di quanto consigliò Berlusconi:
votate i grandi partiti. Solo così si potrà fare piazza pulita dei piccoli partiti che ricatteranno sempre le coalizioni in cui si aggregano.
Via e-mail

QUESTO GOVERNO PUZZA DI CADAVERE
Sono stufo di questi comunisti che odiano la nostra categoria di imprenditori piccoli e medi. Stanno cercando di mettere a frutto un loro progetto di eliminarci, facendoci chiudere tutti i negozi e le piccole imprese per aprire più coop rosse, per poter tenere sotto controllo tutto il sistema economico, ma non ci riusciranno perché noi terremo duro. Bisognerebbe incominciare a non pagare un po’ di tasse, boicottando questo governo anche se lo vedo già che PUZZA DI CADAVERE, arriva l’odore fino qui a Lecco.
Via e-mail

NAPOLITANO NON SOTTOVALUTI LA GENTE
La mia delusione totale è nei confronti del presidente Napolitano perché sembra avere il prosciutto sugli occhi, fa finta di niente, che tutto va bene, e la gente non arriva a fine mese, attenzione a non sottovalutare la popolazione, è come un’onda anomala, quando arriva distrugge tutto.
Carmelo

L’ITALIA RISCHIA BRUTTO
Anche se le cose non sono andate come speravamo, mi auguro che si torni a votare, perché se questo “malsano governo” dovesse durare a lungo, per l’Italia non ci sarebbe più alcuna speranza di salvezza.
Rosalba

AL VOTO, AL VOTO!
Subito al voto!!! Questa sinistra non è più maggioranza neanche nel paese. Non parlo del comportamento viscido di Follini… Noi rivogliamo Silvio al governo!!! Al voto, al voto, al voto!!!
Elezioni subito!!! Via e-mail

NON RASSEGNIAMOCI
Il Presidente purtroppo li lascia vivere ancora; ammettiamo che era un passaggio obbligato.
Noi però non ci rassegniamo a questa marmaglia, arricchita ora da Follini. Siamo pronti a manifestazioni ancora più imponenti di quella di dicembre. Aspettiamo indicazioni. Che sentano il fiato sul collo. Alla prossima caduta sloggeranno per forza. Coraggio!!
Via e-mail

LA SOLITA MINESTRA RISCALDATA
Ci risiamo!!! Ci vogliono propinare la solita minestra riscaldata, in barba a noi elettori!!!! Certo, non ci si poteva aspettare altro da uno degli ex comunisti! “Loro” non sbagliano mai, e se sbagliano bisogna che qualcuno dia “loro” la possibilità di riprovarci perché, sicuramente, è stato solo un incidente di percorso. E allora un “loro” compagno ha pensato: diamo “loro” una mano, poveretti, perché sono stati traditi e allora, per senso democratico, dobbiamo pur dare ai traditori la possibilità di ricredersi!
Ma dove era il senso democratico al termine delle elezioni, quando i risultati davano in vantaggio il centro-sinistra per 25.000 voti e “loro” si sono dichiarati spavaldamente vincitori? E dove era il senso democratico quando “loro” hanno deciso di occupare tutte le più alte cariche dello Stato? E dove è adesso il senso democratico quando in questo momento “loro” hanno ufficialmente avuto aperta la campagna acquisti per accaparrarsi senatori in cerca di “gloria”, fregandosene altamente della democrazia e degli elettori?
Facciamo parte dell’Europa, ma “loro” non hanno imparato niente dai nostri partner europei, niente specialmente da quelli tedeschi. Il senso “della poltrona” e lo spirito di attaccamento a questa è per “loro” molto più forte del dovere e del rispetto verso chi li ha eletti. E allora, italiani che credete in questi valori, cercate di non farvi prendere più in giro, perché, sapete, c’è un modo molto semplice perché “loro” non abbiano la possibilità di rimanere perennemente attaccati alle poltrone: NON VOTARLI !!!! È quello che “loro” ci hanno impedito di fare in questo momento!
Giancarlo

TANTO NON VANNO LONTANO
Dobbiamo farli bollire nel loro brodo, tanto non vanno lontano; allora il Presidente Napolitano non potrà che indire nuove elezioni, sarà costretto. Giudizio mio: con i danni che ancora faranno per nostra disgrazia, si condannano da soli, a quel punto la frittata è fatta.
Aspettiamo, anche se non è il massimo; però il fax al presid. Napolitano lo mando lo stesso.
Vincenzo

SONO ARRABBIATA
Come volevasi dimostrare il nostro amato Presidente Napolitano ha dato di nuovo mandato al nostro Prodi con la sua armata brancaleone di presentarsi di nuove alle camere per la fiducia. Sicuramente ci saranno i traditori che mentre finora hanno criticato aspramente la sinistra radicale massimalista adesso si siederanno vicini, come l’amato Follini, che da noi è stato trattato troppo bene. Ora mi auguro che lo terremo molto lontano, convertitosi alla ricostruzione di un centro sinistra. Sono molto indignata per non dire arrabbiata.
Ines

SIAMO CON VOI
Io e mia moglie, fortemente avversi a questa raffazzonata coalizione nata solo per far fuori politicamente Berlusconi, senza un vero programma politico – fa solamente ridere l’enciclopedia di 285 pagine! – senza ideali e senza il benché minimo sentore di ciò che occorre al nostro Paese, siamo con Voi e con Voi lotteremo, politicamente, fino a quando non saranno mandati in… Siberia i comunisti nostrani. Facciamoci sentire, perchè questi conoscono solo le adunate di piazza a cui dobbiamo abituarci per il futuro. Forza Italia e Forza Michela Vittoria.
Angelo e Adriana

CI STANNO PRENDENDO IN GIRO
Fate qualcosa vi prego!! Ci stanno prendendo solo in giro!! Persone che prima sono a destra e poi vanno a braccetto con chi sfila nei cortei con spranghe di ferro!! Un giorno dicono abbasso Prodi, il seguente lo sorreggono!! Ci stanno portando via il vero senso della politica!!!!
Achille

STIAMO ANDANDO ALLO SFASCIO
Un futuro? Non con Prodi! Come aveva preannunciato la destra, questo governo non può governare l’Italia che sta letteralmente andando allo sfascio. Sono una dei tanti giovani disoccupati in cerca di lavoro, ma il diritto al lavoro purtroppo è solo sulla carta!! L’Italia ha bisogno di una rinascita, di una nuova vita. Non c’è futuro per i giovani!!
Via e-mail

UNA COALIZIONE CHE STA IN PIEDI CON L’ODIO
Chi ha votato per l’Unione oggi si pente, non è mai troppo tardi, solo delle aquile potevano votare una coalizione che stava in piedi solo per l’odio verso il cavaliere e per non dare il paese ancora in mano alla destra per altri cinque anni. Certo che a passare dalla destra a un certo tipo di sinistra ce ne vuole.
Via e-mail

IL TEATRO DELL’ASSURDO
Purtroppo rientrano in scena tutti, nessuno escluso, come fantasmi ciechi e maschere senz’anima. Appaiono ringalluzziti dall’avallo del regista e per niente colpiti dalla deriva di cui sono artefici, interpretando perfettamente la loro parte: resistere e durare.
La Destra ha dalla sua parte sicuramente la netta maggioranza degli Italiani, compresi giornalisti e politologi, ma continua a leggere sondaggi e si agita scomposta e soddisfatta! Ma di che? con quale obiettivo? Qual è la sua strategia? Quale parte interpreta? Io non ho capito. Mi pare di rileggere “Waiting for Godot”, ovvero il teatro dell’assurdo e, anziché pensare di impiccarmi ad un salice, prego Dio che si torni alle urne SUBITO.
Rita

AVANTI, CE LA FAREMO
È assolutamente ASSURDO! Un presidente della Repubblica saggio, che ha a cuore solo e soltanto il bene del paese avrebbe dovuto dare il mandato ad un uomo di alto livello politico in grado di formare un governo tecnico che sia capace di assicurare le riforme fondamentali per il paese e di portare il paese a nuove elezioni… Su cosa ha fatto affidamento Napolitano, sul senatore in più al senato? È questa secondo lui la maggioranza in grado di rappresentare seriamente l’Italia nel mondo? Siamo RIDICOLI… personalmente non mi sento rappresentato. A casa tutti… l’Italia Rossa… non ci posso credere!!!!! Sono disgustato.
Ora tocca a noi popolo delle libertà unirci insieme, essere più forti, avere una base politica più forte, che parta dal basso, che faccia cultura, che mobiliti le masse… ANDIAMO AVANTI, ce la FAREMO!
Via e-mail

LIBERIAMOCI DI CHI NON SERVE
Questo centrosinistra è senza vergogna e senza testa. Sentire D’Alema dichiarare che bisogna sostenere questo governo perché si deve pensare all’immagine dell’Italia è stupefacente. Ma quale immagine! Se veramente l’avesse a cuore se ne dovrebbe andare a casa con tutti i suoi compagni, come peraltro aveva detto che avrebbe fatto prima del voto. Evidentemente pensava di ottenere l’OK. E questo sarebbe il migliore fra gli uomini di centrosinistra? Figuriamoci gli altri… E va bene, vorrà dire che mi gusterò la loro agonia fino all’ultimo istante, che non credo poi così lontano. Quanto a Follini, lo pregherei di farsi raggiungere quanto prima dal suo amico Casini, così ci libereremo finalmente anche di lui una volta per tutte. Non credo proprio che abbiamo più bisogno né dell’uno né dell’altro.
Silvana

ARRIVERÀ LA RISCOSSA
Ancora una volta i BOLLITI, nonostante i danni fin qui arrecati ai cittadini e con L’AIUTO DEL SOLITO STOMPABUCHI, ci hanno fregato e con l’aiuto di un altro bollito CONSULTATORE, che falsamente fingeva di NON FIDARSI DEI NUMERI della maggioranza, ci ha costretti ancora una volta a sottostare ai rigurgiti di andropausa di Prodi, Mastella, D’Alema e Fassino (felicemente e temporaneamente coniugati col peripatetico ex UDC) e quelli di menopausa dei verdi ed ambientalisti a volontà. Giusto per arrivare alla pensione, scommettiamo che convinceranno anche altri (FALSI) RECALCITRANTI tra i quali il buon (da friggere) Caruso e qualche “inquilino” a vita di palazzo Madama?
Teniamo duro e riprendiamoci qualche Alka seltzer, tornerà il momento della riscossa!
Giorgio

SONO AVVILITA
Sarebbe opportuno ritornare a votare sopratutto per la stabilità della nostra economia. Sono avvilita e demoralizzata nel constatare che tutti i personaggi dell’attuale governo si ritengono indispensabili, non hanno capito che siamo stanchi di vederli e sentirli parlare. Ad oggi hanno solo cercato di prosciugare i ns. risparmi. Tra poco molte persone rinunceranno anche a curarsi per mancanza di disponibilità economica. In questi giorni abbiamo assistito ad uno spettacolo ridicolo. Nessuno si è astenuto a far trasparire la paura di perdere la poltrona, la dignità dei personaggi di questi grandi e piccoli partiti dov’è andata ?
Concetta

QUANTI SOLDI CI RUBANO!
Ora che è stata rinnovata la fiducia a quel tristissimo personaggio il quale la rinnoverà alla maggior parte dei suoi altrettanto tristissimi lacchè, Follini in testa… ma ci sarà qualcuno tra costoro che sia in grado di vergognarsi non foss’altro per il denaro che rubano a ciascuno di noi oltre alla fiducia? Forza Presidente Berlusconi!! Speriamo ancora in una ITALIA più allegra. VIA IL GRIGIORE. ONORE AI NOSTRI RAGAZZI IN DIVISA.
Via e-mail

ELEZIONI ANTICIPATE
Il Presidente Napolitano ha da poco annunciato che rinvierà alle Camere il signor Prodi. Io non sono affatto d’accordo con questa decisione perché farà in modo che questo governo possa tornare a fare i disastri condotti finora. Inoltre darà la possibilità a quelli che si definiscono “comunisti” di dettare in maniera ancora più forte le loro condizioni affinché non facciano ancora cadere il precario governo delle sinistre. Dobbiamo quindi batterci contro questa decisione del Presidente della Repubblica mobilitandoci in ogni modo e soprattutto chiedendo a gran voce elezioni anticipate perché in questo momento di grave crisi istituzionale soltanto il popolo può e deve decidere cosa fare.
Emilio

L’ASSURDO POTERE DEI MINI PARTITI
Sono profondamente indignata, pur non essendo un’elettrice de “L’Italia di mezzo”, dell’appoggio dato da Follini al governo Prodi. E ciò soprattutto per un motivo: perché appare evidente che sono ormai i minimi partiti – che in altri Paesi europei non avrebbero alcuna voce – a dettare le regole di sopravvivenza di un esecutivo in coma profondo, che già da prima appariva come un’Armata Brancaleone alle Crociate (esclusivamente per i propri interessi, tradotti in poltrone e quant’altro, non certo per gli interessi del Paese!). Ci sarebbe da dire alla napoletana: «Ah, quant’è bella ‘a morte ‘o subito!». Ma quanto ci sarà ancora da aspettare? Diamo voce agli Italiani al più presto tramite il voto. L’hanno capito anche i polli che questi incapaci traccheggiano per arrivare a quel minimo di legislatura che consentirà loro di ottenere la pensione, e che pensione! Alla faccia di chi ha lavorato quarant’anni!
Anna, fedele ed orgogliosa elettrice del centrodestra.

NEL CUORE DI NAPOLITANO
Purtroppo nel cuore del sig. Napolitano (presidente degli italiani?) batte ancora la falce e il martello. Spero sinceramente che il voto di fiducia non passi, cosi ce li togliamo dai piedi per sempre.
Via e-mail

O ELEZIONI SUBITO O TUTTI IN PIAZZA
Io dico o elezioni subito o tutti in piazza come avrebbero fatto e hanno sempre fatto quei fanatici della sinistra!!!!
Via e-mail

VOGLIO VOTARE
Non è trascorso un anno e già il Governo cade e non solo perchè addirittura è pure cambiato il programma. Ci avevano raccontato che quel programma era la bibbia e ora ne stipulano uno nuovo ?
Visto che i cittadini hanno votato su quei contenuti, essendo cambiati non si dovrebbe tornare a votare per dirlo agli elettori? Riccardo

PRETENDIAMO LE ELEZIONI
Finalmente è caduto un governo antinazionale socialcomunista che voleva sfigurare per sempre la nostra patria. Noi non chiediamo noi pretendiamo elezioni subito.
Andrea

UNA CRITICA A NAPOLITANO
Pregiatissimo Presidente Napoletano, mi permetta, dall’alto dei miei 68 (quasi 69 anni) e dopo una vita lavorativa di 50 anni durante la quale mi sono dedicata anche alla famiglia crescendo tre figli assicurando loro titoli di studio che avrebbero (dico avrebbero) dovuto garantire loro una soddisfacente vita lavorativa se non fosse che siamo in Italia e soltanto i furbi o i rossi hanno possibilità certe, di DISSENTIRE dalla Sua odierna decisione DI PARTE di propinarci una volta ancora il Signor Prodi – vera rovina e vergogna dell’Italia. Speravo tanto di non dover più vedere in televisione quella sua faccia irridente alla povera gente e tanto meno quella orribile ed impresentabile corte che forma il suo governo che si porta appresso ad ogni occasione tipo India, Ibiza per permettere loro di fare del turismo a nostre spese. Questi sono i risparmi che il Sig. Prodi indica continuamente per giustificare i continui prelievi dalle nostre tasche! Non capisco come Lei si permetta, alla luce dei continui sondaggi che indicano chiaramente che la maggior parte degli italiani è STUFA di questa sinistra cialtrona ed irriverente del vivere civile di propinarcela una volta ancora presentandola come vincitrice delle elezioni. RIDICOLO.
Ma Lei pensa davvero di essere il Presidente di tutti gli Italiani o si accontenta di esserlo dei no-global, dei radicali e di tutte quelle orribili persone che hanno osato dar nome ad una aula nel Parlamento ad un personaggio che non saprei come definire.
Parla della opposizione che non è d’accordo sulla Sua decisione, ma non ha considerato che l’opposizione rappresenta la maggioranza del Paese. VERGOGNA, permettere a Prodi di dichiarare che farà lo zar con la sua squadra ed incaricarlo: ma questa è democrazia? No di certo, ma evidentemente tutto ciò è in linea con le sue idee passate ed attuali.
POVERA ITALIA e poveri noi. Non ci resta che sperare che i poteri forti e le ali impresentabili di questo come chiamarlo ‘governo?’ si stufino presto e mandino tutti a fare turismo finalmente a loro spese.
Una cosa sola Le chiedo: non si sciacqui più la bocca con riferimenti all’opposizione. Per Lei non esiste e non ha diritto di parola come nei migliori sistemi comunisti ai quali Lei sembra ancora ancorato.
Angela

IO ESPATRIO
SONO NAUSEATA !!!!!

E ancora persistono pur di non perdere la poltrona; intanto ci rimettiamo noi. Se il Prodi bis dovesse continuare, espatrio.
Stefania

LA SINISTRA FA SOLO DANNI
La sinistra deve ben capire che non fa altro che danni ai cittadini, imprimendogli quel senso di disfattismo e di miseria. Non si costruisce così un Paese già saturo di tutte queste cose. Berlusconi ed il suo team devono governare in priorità assoluta, senza avere ostaggi sgraditi che cercano sempre di opprimere e devastare il nostro Paese. Cittadini unitevi in massa al Circolo e COMBATTIAMO IL COMUNISMO ED I SUOI ATROCI DELITTI SOCIALI.
Via e-mail

L’ITALIA NON LA PENSA COME NAPOLITANO
Giorgio Napolitano vorrebbe essere il Presidente di tutti gli italiani, ma proprio non ce la fa. Fin dall’esito delle votazioni si sapeva che questo governo non poteva governare e men che meno fare le riforme e le opere pubbliche di cui il paese ha bisogno. Ma Ciampi ha voluto provare ugualmente ed i risultati si sono visti. Ora Napolitano aveva la buona occasione per rimandare tutti alle urne e trovare un governo più stabile. Ma ha dovuto pagare il debito della nomina e così ha riproposto Prodi pur sapendo che i nodi di TAV, Afganistan, pensioni, rigassificatori, liberalizzazioni, ecc. porteranno solo ad ulteriori paralisi governative e ad un’altra caduta. Evidentemente il suo interesse primario non corrisponde all’interesse del popolo italiano.
Flavio

CHE DELUSIONE!
Dalla felicità e dalla bottiglia di champagne stappata alla profonda
delusione di aver appreso del nuovo incarico di governo al mortadella. Silvio torna, non ci abbandonare!
Via e-mail

UNA POLITICA FATTA DI INTERESSI
Cari Compagni…… sono molto infervorato, come direbbe Ezio Greggio, e spero che questo mio messaggio arrivi a chi di dovere. Il Senatore Follini, eletto nella lista UDC CASINI, darà, e sono sicuro, quei tre voti che mancano a questa sinistra arrogante e incoerente. Nella prossima legge elettorale, se vogliono il mio voto, devono mettere la clausola che chi viene votato per una coalizione non può cambiare, altrimenti, o deve dare le dimissioni immediatamente, oppure gli viene ridotto lo stipendio del 50% e non ha più diritto di voto. Non è giusto che il Senatore Follini, eletto con i voti del centro destra, prenda uno stipendio che non merita. Ora basta con questa politica fatta solo di interessi poltronali e trasformismi.
Lorenzo

PRODOTTI SCADUTI
Carissimi occorre cuocere a fuoco lento il mortadellone che è s…caduto!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Via e-mail

CHE SI VADA A VOTARE
La situazione del nostro Paese è assolutamente vergognosa, il clima è demotivato e oppressivo, altro che 6° paese UE, le ns famiglie, imprese e persone sono solo arance da spremere. Siamo rappresentati da un sistema politico composto di vecchi despoti governatori. Speriamo che prevalga il buon senso nel presidente a questo punto e che si vada subito a votare.
Sabina

INCREDIBILE!
Non è possibile che ritorna Prodi… è incredibile!!!!
Bisogna riorganizzare un secondo 2 dicembre è mettere sul palco Napolitano, che stia a guardare il popolo che vuole le urne ed essere in più di 2 milioni. Forza e coraggio.
Via e-mail

TUTTI IN PIAZZA A MONTECITORIO
Sono uno di quel 50% che ad aprile lo scorso anno ha votato per la CDL, sono uno di quei 2.000.000 che è sceso in piazza contro il governo Prodi a dicembre, sono uno di quelli che non ne può più di queste porcate politiche che continuiamo a sentire in merito alla crisi del governo da parte della sinistra, sono uno di quelli che non vuole assolutamente essere rappresentato da un governo per il quale l’unico obiettivo è di non fare ritornare Berlusconi a governare – una dichiarazione fatta da vari esponenti della sinistra pubblicamente alla televisione e sui quotidiani in questi giorni. Io sono uno di quelli che vuole ritornare a Roma ma questo volta la nostra piazza di manifestazione deve essere davanti a Montecitorio…… 2.000.000 o più TUTTI davanti al palazzo del governo urlando “BASTA” !
Sonia

PRESIDENTE, FACCI VOTARE
Caro Presidente Napolitano, mandaci a votare !!!
Maria

RIPRENDIAMO IN MANO L’ITALIA
Gli italiani vogliono il voto subito, Berlusconi è in testa a tutti i sondaggi, le probabilità di vincere sono molto alte e sarebbe bene approfittarne! Bisogna riprendere in mano la nostra Italia al più presto, sono stati già fatti abbastanza danni!
La sinistra non ha mai saputo governare e ce ne ha dato un’ulteriore dimostrazione, ci hanno riempito di contraddizioni, gli schieramenti più radicali sono andati contro ogni loro principio pur di mantenere la poltrona e se qualcuno rimane coerente con le proprie idee crolla quel bel castelletto!
Prodi farebbe bene ad appendere al chiodo la politica e dedicarsi magari a qualche gara in bicicletta, Fassino ormai ha affossato i DS che sono al loro minimo storico e Bertinotti rinunciando alle sue politiche per la famiglia ed il lavoro avendo approvato la linea surreale e grottesca del governo dove a rimetterci sono i più deboli credo che abbia perso la faccia. Non cito nemmeno il resto della comitiva, tra pseudo ambientalisti e terroristi se ne sono viste d’ogni!! Mi chiedo, ma tra i loro elettori non ci sarà qualcuno che comincia ad accorgersi della farsa che “era” questo governo??
Speriamo che finalmente si tolgano la “mortadella” dagli occhi in modo da vedere l’ipocrisia falsità e opportunismo che imperversano a sinistra!!!
Dunque al voto! E per favore non fatevi prendere ancora in giro, cercate di non farvi fregare ancora, ci hanno già fregato troppi soldi, io non ne ho più e voi?
Via e-mail

LIBERIAMOCI DI PRODI
Finalmente!!!! Siamo arrivati alla resa dei conti di questo squallido balletto rosso, Prodi ci deve liberare immediatamente della sua presenza al Governo, e dello squallido carrozzone rosso
che porta con sé. Ormai il suo Governo è come un gatto sull’Aurelia!!!! Quindi fuoriiiiiiii i compagni, viva la libertà, facciamo governare chi ne è capace cioè Noiiiiiii.
Armando

SENZA DIGNITÀ
Non hanno né dignità né onore! Sono attaccati alla poltrona e al potere e sono disposti a prostituirsi, rinnegare le loro idee rinunciando ai lori ideali pur di detenere il potere che tanto “combattono” a parole. Sono patetici e ridicoli, sopratutto la sinistra radicale che prima manifesta a Vicenza contro il suo governo e adesso vuole manifestare per solidarietà nei confronti di Prodi, pur di non far cadere il governo, Giordano accetta che nel governo faccia parte anche udc, il tutto si commenta da solo.
Giorgio

PRODI? NOOOOOOOOOOOOOOOO
Io penso che PRODI e company con tutti i guai che stanno combinando (in particolare tutte le tasse della finanziaria che hanno impoverito noi tutti) devono al più presto andarsene a casa e consentire così nuove elezioni subito, anche con l’attuale legge elettorale, ma stasera sono alquanto delusa: ovunque leggo che molto probabilmente ci sarà la fiducia a Prodi (non dimentichiamo che Napolitano è un comunista)… Leggo che Follini è pronto a votare la fiducia, possibile che si venda con tanta facilità? Ma che ci guadagna? Cosa gli hanno promesso? Chi oserà più votarlo?
poveri noi, ancora Prodi nooooooooooooo
Via e-mail

FERMIAMOLI!
Con tristezza e grande sconforto ho visto in questi mesi di governo Prodi sfumarsi i cambiamenti avvenuti durante il governo Berlusconi. Fermiamoli, stanno distruggendo le persone che vivono la vita con principi e valori basati sulla famiglia e il lavoro.
Via e-mail

L’ARGENTINA È VICINA
Quando la corruzione entra a far parte di uno stile di vita, quando un popolo si considera suddito dei potenti, quando l’educazione non rispetta l’individuo, quando la scuola non forma menti libere, quando un popolo non è in grado di discernere, quando al governo si vedono visi scuri affamati di potere, superbia, arroganza, il futuro di un paese è rovinato! Che torni Berlusconi !
Rosalba

UN GOVERNO UNITO DALLE TASSE
Per definire questa crisi, uso le parola “normale”. Era impossibile che partiti tanto distanti potessero governare il nostro paese: infatti solo con l’aumento delle tasse si sono trovati d’accordo. La cosa grave è che si cerchi di far finta di niente, senza che qualcuno della sinistra si renda conto che anche il nuovo eventuale governo avrà i mesi contati. Il presidente della Repubblica ha commesso lo stesso errore, con il risultato di privare non cittadini del sacrosanto diritto di decidere a chi affidare la res pubblica. Speriamo di riprendercelo il prima possibile!
Nigro

A CASA PER SEMPRE
Osservando i 12 punti di Prodi mi domando: ma la sinistra più radicale li ha letti per bene? Fino a ieri hanno manifestato contro il 50% di quello che ora hanno sottoscritto. E Fassino la chiama responsabilità politica. A noi italiani sembra una vera incoerenza politica. E gli incoerenti è bene che vadano a casa. Per sempre.
Via e-mail

SALVIAMO L’ITALIA
Ho ascoltato le dichiarazioni di Daniele Capezzone, autorevole rappresentante del Partito Radicale (parte integrante di questa maggioranza). Ritengo non abbia parlato a titolo personale pertanto mi domando: cosa pensano di fare giovedì alla Camera e venerdì al Senato? Il Sig. Capezzone, dopo ciò che ha detto, dovrebbe avere l’onestà morale ed intellettuale di NON VOTARE la fiducia al Prodi Bis e con lui tutto il Partito Radicale e contribuire a mandare a casa questo Governo e a salvare l’Italia dai disastri che ha già creato e creerà in futuro.
Elisabetta

SANNO SOLO DISTRUGGERE
Questa coalizione è un danno infinito per il nostro paese. Non amano l’Italia, non rispettano la storia e i valori del nostro popolo, pensano che siamo tutti degli imbecilli che non sanno vedere la realtà con i propri occhi. Vogliono distruggere anche il poco di buono che è rimasto: la capacità di intraprendere, la famiglia, le nostre radici cristiane. Al loro posto vogliono instaurare il pensiero unico, la dittatura dei desideri che pretendono di diventare diritti. Ormai nemmeno i loro elettori li sopportano più, si stanno accorgendo che l’unica cosa che sanno fare è tassare e opprimere chi lavora e rischia per il bene del Paese. Torniamo a votare al più presto!
Lea

SIAMO TORNATI ALLA VECCHIA ITALIETTA
Purtroppo siamo ritornati alla “vecchia italietta” fatta di compromessi di ogni genere. È vergognoso assistere ogni giorno ad uno scenario del genere…. solo gente ” attaccata alla poltrona” … Sì resistere, resistere, resistere come recitano i LORO DIFENSORI, MA SOLO A MANTENERSI LE POLTRONE. Politici che si dicono essere “onorevoli” e che non hanno nulla di onorevole. Ritengo che la gente come me è stanca di quello che sta accadendo in Italia…. E questa è una democrazia matura? Avrei molti dubbi. Una democrazia matura premia chi lavora ed ogni giorno si mette in discussione dando lavoro ad altri e cercando di migliorare se stesso. Qui siamo all’opposto: vengono premiati i delinquenti, gli spacciatori, chi va allo stadio e se la prende contro le forze dell’ordine, continuano ad essere premiati i furbetti del quartiere, quelli delle lunghe cordate dei poteri forti, delle coop e chi ne ha più ne metta. È mai possibile che in Italia se vuoi fare e bene ti tagliano le ali prima o poi? I mezzi li conoscono bene quelli che oggi sono al governo. Non dimentichiamo una cosa importante che per loro il “popolo” deve essere ignorante per essere meglio gestito ed, inoltre, che alcuni di loro si sono formati nelle migliori scuole di partito dell’ex URSS. Si vuol far di tutto per abbattere i valori fondamentali di una società civile e democratica ed in nome di cosa? Forse per uno sparuto numero di dementi e goliardici di sinistra estrema, NO TAV, Si DICO, Si PACS, NO GUERRA, NO, NO, NO che bisogna accontentare. Purtroppo siamo ripiombati nelle solite figuracce internazionali. In quale altra vera democrazia, degna di tale nome, si permette ad alcuno di bruciare la bandiera Italiana. Dove si permette di scatenare vere guerre contro la polizia ed i carabinieri senza che nulla fosse…. Da noi succede e nessuno prende le misure del caso, solo parole e mai fatti. È il Governo del permissivismo, del lassismo e delle tasse, solo su quelli che le pagano già e tante.
DEVONO ANDARE A CASA PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI. Ho apprezzato molto l’iniziativa dei circoli della libertà, in quanto bisogna essere più radicati nel territorio e cominciare a parlare ai giovani e giovanissimi. Sono un ingegnere – imprenditore di 39 anni con un bel curriculum vitae alle spalle e tanta voglia di fare ma sono un po’ stanco perché non vedo sbocchi veri da quanto sono al “POTERE” questi dementi Non ho molto tempo a disposizione per impegni di lavoro sempre più pressanti, ma se posso essere utile in qualche modo al circolo della libertà fate pure riferimento a me.
Vincenzo

VITTORIA ALLE PROSSIME ELEZIONI
Che rammarico quei 25.000 voti in meno… Ma ogni male non viene per nuocere, dato che ora il centro sinistra ha autonomamente dato una spallata ai propri elettori, tanto che la maggioranza di loro non li voteranno più. L’effetto sarà che alla prossima tornata elettorale il centro destra li sopravanzerà di una montagna di voti e spero con tutto il cuore che certe brutte facce spariranno per sempre… Non aspetto altro che quel momento…..
Cristina

SERVONO IDEE NUOVE
Il governo Prodi non c’è più, ma tutti continuano a parlarne. Anche Prodi sta giocando, sa che ha finito, forse lo sapeva già prima di cominciare, quando ha fatto finta di vincere, ma ha dovuto continuare questa sceneggiata a causa degli interessi in ballo. Non capisco perché il centro destra non dia l’affondo per il crollo definitivo, certo anche da noi i neoleletti non sono tanto contenti della fine di questa legislatura, ma l’Italia non può aspettare di sprofondare some già sta cominciando a fare. HO SENTITO CHE MOLTI TEMONO LE MINACCE di cui sono stati fatti oggetto,ma non hanno forse le macchine blindate e le scorte che noi profumatamente paghiamo? Fare il politico non è come fare l’attore, qualche rischio bisogna pur correrlo, soprattutto quando idee non se ne portano avanti, ma si pensa solo ad una politica clientelare vecchia ed obsoleta. Ci vogliono idee nuove ed intelligenti, ci vuole gente giovane e anziani intelligenti che diano il loro supporto. Lo sanno tutti che la sinistra è finita, non esiste più, quel pover’uomo di Diliberto non professa più l’ideologia comunista, ma ormai fa solo dell’antiberlusconismo. Perché Berlusconi, oltre a Forza Italia, è anche il padre fondatore del partito d’opposizione. L’ANTIBERLUSCONISMO sta dando da vivere anche a loro poveri di spirito.
Maria

1.000 EURO AL MESE
PRODI A CASA STA ROVINANDO L’ITALIA, ANDIAMO A VOTARE ?? LUI NON VIVE CON 1000 EURO AL MESE E NON PAGA TASSE LUI HA TUTTO GRATIS, VIVA BERLUSCONI, SEI UN MITO
Via e-mail

CONTRO I BENEFICI INGIUSTI
Grazie, dott.ssa Brambilla, per le chiare parole che ha detto a Ballarò. Non avevo dubbi, ma una conferma in più non guasta: la sinistra sta al potere solo per godere degli scandalosi benefici che hanno. Mi piacerebbe sentire da Lei nei prossimi interventi televisivi una denuncia chiara e netta contro tali benefici: inviti chi Le sta di fronte della sinistra – Giordano, Diliberto, o similari – a promuovere immediatamente una legge contro tale benefici, un ripulisti radicale contro tale scempio e poi parlare di politica a favore dei “poveri” e dei meno abbienti. Si cominci a dare un sostanziale segnale di equità, si cominci a dare un esempio di rideterminazione delle risorse. Credo sia giusto andare in pensione a 60 anni, mentre è indecoroso, indecente andarci dopo 2 anni e mezzo di legislatura. Accorpare i vari enti previdenziali è giusto solo se coinvolti tutti ma proprio tutti anche Camera, Senato, Quirinale, giornalisti, magistrati, professori universitari e qualche altro protetto. Grazie e continui così, senza farsi mettere all’angolo da chi non ha le carte in regola e si inchina al potere e non all’eguaglianza e alla giustizia sociale.
Patrizia

NON NE POSSIAMO PIÙ
Siamo in tanti a non poterne più. Lo abbiamo già dimostrato a dicembre scorso, quando eravamo due milioni per strada a manifestare. Basta, è una vergogna! Andiamo a votare e cacciamo via questo governo ridicolo.
Simona

TASSE SU TASSE
Io credo che se in democrazia si governa anche per un solo voto, in pratica poi ci possono essere molti problem (con una maggioranza di un solo voto). Che vadano a casa, perché tra l’altro a governare mettendo solamente tasse sono capace anch’io. Anzi mi candiderei accanto al Cavaliere, se me lo chiedesse.
Giuseppe

FAX INTASATO
Accidenti, avete intasato il fax del Quirinale…. Che bella iniziativa.
Via e-mail

TRENTA DENARI A FOLLINI
Perchè non recapitare all’on. Follini i 30 danari quale giusto compenso ai Giuda?
Elio

ATTACCATI ALLA POLTRONA
Come possiamo fare per mandare a casa questi comunisti? Pare che si sono attaccati alle poltrone con super attact, non hanno programmi, l’unico è Berlusconi, basta che si pronuncia il nome tutti si rimettono i paraocchi e tutti in fila allineati e coperti, eppure dovrà arrivare quel giorno che cadranno e si faranno male da non rialzarsi più.
Via e-mail

CHE VOLTAGABBANA
Ahimè! Ci hanno preso per stupidità (quella di chi ha votato a sinistra) e continuano a propinarci le solite manovre di scambio! Follini cosa avrà in cambio del voto? Come mai era anche col precedente governo? Che persona è? In cosa crede, nella POLTRONA??????? Sono veramente delusa, speravo che questo governo, con la sua politica iniqua fosse già da buttare… invece… VERGOGNA, lui che ha VOLTATO GABBANA e VERGOGNA a chi per restare al potere ha potuto accettare una tale porcheria.
Via e-mail

DIMISSIONI DEL GOVERNO
Voglio contestare il fatto che il centrosinistra abbia ottenuto la maggioranza politica in senato, come richiesto dal Capo dello Stato. Ha semplicemente la maggioranza relativa dei senatori eletti, con i soli voti dei quali non raggiunge la maggioranza richiesta in senato! Hanno fatto dei conti sbagliati. Seguite il ragionamento. Una maggioranza politica deve essere autosufficiente, a prescindere da come votino i “non politici” senatori a vita. Ebbene, i golpisti ci hanno mentito o non sanno fare i conti, perché la maggioranza politica autosufficiente è di 161 senatori ELETTI. Con 161 senatori eletti, chi se ne frega se i 7 senatori a vita dovessero votare tutti contro il governo, insieme ai rimanenti 153 senatori dell’opposizione? Spero che i nostri politici abbiano fatto solo finta di credere alla mistificazione dei 158 senatori per fare la maggioranza e che adesso, ad errore commesso, chiedano con forza, in virtù dei numeri POLITICI che Prodi non ha in senato, le dimissioni del governo formato, oltretutto, da personaggi di infimo profilo morale. Propongo di modificare il fax da inviare al presidente della Repubblica tenendo conto delle valutazioni appena fatte.
Adamo

UN GOVERNO SUICIDA
Ciao, vorrei esternare un paio di commenti: il primo su Marco Follini, che se esteriormente può ispirare fiducia con il suo atteggiamento sia in occasione del distacco dalla CDL che in questa relativa al sostegno a Prodi, si è rivelato come sdrucito ex democristiano morto e sepolto (quindi senza futuro) il cui obiettivo è solo quello di restare a galla (ovviamente inutilmente). È noto che chi fa quello che ha sempre fatto arriverà dove è già arrivato e in questa occasione Follini ha dimostrato di non aver fatto nulla di diverso da quanto consueto: classico di un democristiano. Tuttavia, poiché una critica ha senso se costruttiva, la conclusione è la conferma che per il paese Follini (che pure sicuramente ha delle qualità ben note) è assolutamente inutile. Questa è un’ottima lezione per quegli elettori che pensando al bene del loro paese intendono sostenerlo. Il secondo commento è relativo alla recente caduta del governo. La esprimo con un complimento a Prodi che ha sparato la prima cartuccia che sarebbe meglio definire BORDATA poiché si parla di politica estera. La esprimo con un’istigazione al governo a ripetere la cosa molte più volte in pochissimo tempo per potersi suicidare al più presto, tornare al più presto alle urne e chiedere il conto a chi provoca gravi danni come questo all’intero paese che avrebbe invece bisogno di riorganizzarsi e riacquistare quella competitività di cui potenzialmente è dotato.
Andrea

RESISTERE, RESISTERE, RESISTERE
Il berlusconismo è l’unico antidoto al socialismo reale che vige in Italia con il duo Bertinotti – Prodi. Berlusconismo io l’intendo come coerenza, meritocrazia, notengofamiglia, non statalismo, no raccomandazioni, ma sopratutto una nuova stagione dei doveri, non solo dei diritti. Ora siamo in una situazione secondo me a quella del Cile del pre-allende del 1973. Forse peggio, perché hanno tutto in mano loro. Ragazzi, c’è bisogno di un polso resistente per resistere, resistere, resistere.
Via e-mail

VIA PRODI AL PIÙ PRESTO
La rovina della CDL sono quelli dell’UDC e una buona parte anche Fini occorre che queste forze siano più omogenee. PRODI OCCORRE MANDARLO VIA AL PIU PRESTO PERCHÉ FARÀ TROPPI DANNI OLTRE QUELLI CHE GIA HA FATTO
Via e-mail

AL PRESIDENTE NAPOLITANO
Egregio Sig. Presidente, io l’ho sinceramente ammirata quando si è dichiarato disgustato per quel turpe mercato di voti che si era aperto prima che decidesse di rimandare il governo al Parlamento. Concordo sul fatto che nessuno Le ha proposto valide alternative, però la richiesta perentoria fatta a Prodi di tornare dal Senato con una sua maggioranza politica autonoma mi ha stupito ed indignato: è stata un’istigazione a proseguire in quel turpe mercato di voti che poco prima aveva condannato. Istigazione a corrompere, giustificazione a lasciarsi corrompere. VERGOGNA, sig. Presidente della gloriosa Repubblica Italiana. Ora Prodi torna da Lei SENZA la maggioranza politica da Lei richiesta, e con un traditore in più: è questo che può dare lustro al Governo della Repubblica Italiana? Un governo fondato sul tradimento? Un governo fondato sulla corruzione? Ma il punto cruciale è che non è cambiato nulla rispetto al recente passato: il Governo non ha, come invece Lei aveva richiesto, la maggioranza politica in Senato: la maggioranza politica è costituita da un numero di Senatori ELETTI pari alla metà più uno dei componenti dell’Assemblea. Faccia due conti anche Lei, Egregio Sig. Presidente. Prodi sarebbe dovuto tornare da Lei con molti più traditori nel carniere. La maggioranza politica di Senatori eletti è costituita infatti da 161 Senatori. Senza il contributo determinante dei Senatori a vita questo governo non ha maggioranza in Senato. Lei Sig. Presidente ha dimostrato di essere un uomo d’onore, a parte qualche piccola perdonabilissima e comprensibile sbandata nella gestione della crisi di governo. Lei Sig. Presidente ha il dovere di essere coerente con la richiesta che ha fatto a Prodi, e che Prodi ha disatteso. Lei, Sig. Presidente, ha l’obbligo morale di mandare a casa Prodi ed il suo ignobile governo che non ha raggranellato la maggioranza politica (autonoma dal voto dei Senatori a vita) che Lei aveva perentoriamente richiesto. La saluto col rispetto dovuto alla carica che riveste.
Adamo

IL TRADIMENTO DI FOLLINI
Vi ricordate gli spot elettorali di Follini lo scorso anno? “Io centro” diceva camminando tra la gente comune!! Proprio vero! Eccome se c’entra: adesso è l’ago della bilancia del governo Prodi. Emarginato giustamente da Silvio Berlusconi e dai suoi dell’UDC non gli è sembrato vero grazie ad un tradimento da ultimo girone dantesco (che schifo!!) di tornare importante!! Ma non durerà molto questo suo sogno di gloria! Cadrà con tutto il governo delle vergogne Prodi Beh, se si ripresenterà agli elettori (che curagg!!!) verrà trombato alla grande!! Saluti
Roby

CHE ARMATA BRANCALEONE!
Basta con Prodi e la sua armata Brancaleone. Facciamoli cadere prima che sia troppo tardi.
Giuseppe

UN VOLANTINO PER OGNI ELETTORE
Carissima (e bellissima!) Michela Vittoria Brambilla, purtroppo come tutti sappiamo e tutti forse prevedevamo, la crisi di governo è passata ma Mr. Prodi è ancora lì a rovinare la nostra esistenza. Così ho pensato: che cosa possiamo fare noi cittadini ed elettori del CDX per svegliare un po’ l’opinione pubblica e svegliare un po’ i nostri rappresentanti in parlamento che sembrano più preoccupati a discutere di leadership piuttosto che fare un’opposizione agguerrita? È così che mi è venuto in mente uno slogan: “UN VOLANTINO PER OGNI ELETTORE”.
Penso che ogni elettore del CDX dovrebbe fare un volantino, a mano o al computer, con l’elenco di tutte le malefatte e le promesse finora non mantenute, del Governo Prodi, e poi distribuirlo mettendolo nelle cassette della posta, sotto il tergicristallo sul parabrezza delle macchine, o semplicemente consegnandolo brevi manu alla gente. Siccome gli elettori del CDX sono più di 20 milioni, ci sarebbero 20 milioni di volantini in giro per l’Italia a testimoniare la pochezza dell’attuale governo. Con il minimo sforzo, penso, si potrebbe fare una cosa molto utile al Paese. I circoli della libertà da te presieduti potrebbero fare da promotori a questa iniziativa.
Che ne pensi? Augurandoti buon lavoro ti mando un saluto affettuoso.
Paolo

NON SE NE PUÒ PIÙ
Mio caro Presidente, sono quasi dieci mesi che in Italia si assiste allo scempio politico- ideologico, nonché economico, che questo governo sta provocando, causando danni sia morali quanto materiali al nostro paese.
Tutte le mattine prima di andare al lavoro do un’occhiata ai giornali e con mio grande dispiacere mi rendo conto che non c’è una volta, e ripeto una sola volta, che non si parli di discordanze all’interno della maggioranza. Non fanno altro che litigare su qualsiasi cosa, anche per chi deve andare in bagno per primo, e mentre questi “signori della micropolitica” fanno i loro porci comodi, l’Europa ci guarda e si atterrisce e tutto il mondo si fa beffe di noi.
Penso sia ormai chiaro a tutti, anche a coloro che magari non godono di un eccezionale spirito di osservazione, che i “lor signori comunisti”, perché purtroppo di comunisti si deve parlare, non hanno altro interesse che quello di mantenere la loro poltroncina, magari per soldi, sicuramente per poter disporre di una parte di potere che gli consenta di elargire favori ad amici e parenti.
È palese, spero a tutti, che questo “mezzo – governo” (in onore a Sciascia e ai suoi mezzi uomini) non abbia idee concrete per portare avanti in maniera dignitosa e razionale l’economia e i costumi di questo paese. Un giorno dicono di volere una cosa ma sono pronti a smentirla, financo a ribaltarla, se vedono che la loro pregiatissima posizione può essere messa in discussione. Si professano di sinistra ma fanno accordi con i democristiani, per ottenere quel voto che gli consentirà di rimanere (speriamo per poco) appesi a quel filo che è oramai una matassa che difficilmente saranno in grado di sbrigliare.
Non hanno stile, preparazione, cognizione di causa su quello che vogliono o non vogliono fare.
Siamo in balia di un esercito comandato da scimmie, dove il gorilla più grosso non ha neanche l’interesse ad essere rieletto ma pensa solo a svendere l’Italia al più presto possibile, per poter così fare gli interessi di chi rappresenta.
Siamo proprio alla frutta e mi creda, signor Presidente, NON SE NE PUÒ PIÙ!!!!
Placido

AL GOVERNO CHI HA I VOTI
Sono molto deluso dall’epilogo della crisi di governo, sinceramente avrei preferito andare ad elezioni subito per dare voce alla gente che poteva esprimersi così su tante questioni prima tra tutte la credibilità del governo Prodi, e poi francamente mi è dispiaciuto dover assistere al teatrino che hanno messo in scena dopo le dimissioni, specie Napolitano che doveva prendere atto secondo me del fallimento di diverse politiche (estera, economica, sociale etc..) e sciogliere le camere. È urgente ed importantissimo andare subito a votare!!!!! Dobbiamo insistere, senza aspettare di accontentare i vari “Casini”, dobbiamo convincere il nostro “PRESIDENTE” ad ascoltare la sua base e non i vari politicanti. La maggioranza dell’elettorato vuole Berlusconi a capo del governo quindi… cosa aspettiamo? Chi ha un elettorato che si aggira intorno al 5 o al 14% non può essere il Capo di tutti. Oggi nessun partito in Italia ha più seguito di Forza Italia e questo deve bastare. Chi non la pensa così deve ANDARSENE. Cordiali saluti e…. “FORZA ITALIA”.
Marilena

COSA SONO DAVVERO I PACS
Duole dire che tanto voi quanto l’intero centro-destra avete capito ben poco in merito alla sottosezione P.A.C.S. del programma del signor prodi & co. (co. sta per compagni), INFATTI BISOGNA SOSTENERLA STRENUAMENTE e non opporvisi una volta che se ne sia colto e metabolizzato l’effettivo, profondo, grandioso significato. La vera strategia che sta alla base di questo provvedimento è tanto elementare quanto palese: basta leggere per esteso il testo che è alla base dell’acronimo P.A.C.S.
Prodi A Casa Subito
Vi cedo volentieri il “brevetto”, certo che lo utilizzerete per cartelloni e striscioni, nonché per simpatici gadget da distribuire al festoso popolo della libertà quando andrà in gita a Roma per il dispiacere dei temporanei inquilini di Montecitorio.
Francesco

SULLA LEGGE ELETTORALE
Sono uno studente di giurisprudenza, nello studiare diritto pubblico ho imparato che la nostra Costituzione regola i poteri del Presidente della Repubblica, tra i quali rientrano la nomina del Presidente del Consiglio dei ministri e quello di verificare l’inesistenza di una maggioranza parlamentare e quindi sciogliere le Camere.
A seguito dell’ultima crisi di governo e delle dimissioni del Presidente del Consiglio Prodi, Napolitano, come suo dovere costituzionale, ha svolto le consultazioni, ed è giunto alla conclusione che non era opportuno sciogliere le Camere, poiché con l’attuale legge elettorale il problema di una maggioranza molto risicata come quella governante si potrebbe riverificare.
Ora a mio modesto parere e per quel poco che ho capito per gli studi fatti, il giudizio su una legge elettorale è squisitamente politico e in quanto tale spetterebbe più al parlamento o al governo.
Non sarebbe stato meglio sciogliere le Camere, indire nuove elezioni e, formatosi un nuovo Parlamento e un nuovo Governo, utilizzare il potere di messaggio motivato del Presidente della Repubblica per stimolare tali organi a modificare la legge elettorale?
Umberto

SALVATECI
Quando ha vinto il Centrosinistra, pur nello sconforto, ho pensato: “Almeno nei prossimi anni mi divertirò a fare quello che loro hanno fatto per 5 anni, cioè contestare, criticare, ecc. (piccola consolazione)”.
Bè, vista la finanziaria ed i teatrini quotidiani (manifestazioni contro se stessi incluse), a conti fatti, non mi sto divertendo per niente….. AIUTO SALVATECI!!!!!
Riccardo

VEDREMO DOVE ANDRANNO
Mi meraviglio che ancora si parli di dare appoggio al governo sul voto per l’Afghanistan. Ora hanno inventato anche le alleanze del momento, tutto per restare in sella.
Bene a questo punto il centro destra deve fare in modo che i sinistrini si contino ad ogni votazione, tutto quello che passa al Senato deve passare con i loro voti; cadranno, oh sì che cadranno, la politica estera seria la rifaremo quando saremo tornati al governo e con i nostri voti.
Su una sola cosa possiamo andare incontro al governo, le nuove elezioni con o senza modifiche al sistema elettorale, ma questo solo quando si saranno svergognati a sufficienza.
Che si votino da soli:
Rifinanziamento Afganistan
Base di Vicenza
Tav
Pensioni
Vedremo dove andranno.
Via e-mail

IL NOSTRO DOVERE È MANDARLI A CASA
Il discorso di Fassino alla Camera in occasione della fiducia a Prodi non lascia più dubbi. Solo demagogia, propaganda e insulti. Con questa sinistra non si può dialogare. E intanto occupano tutto ciò che c’è da occupare con l’aiuto dei poteri forti, dei sindacati e nel silenzio della grande stampa e TV di regime. Mi domando e vi domando, perché appoggiare con il voto sulla missione in Afghanistan questo governo che non merita di guidare l’Italia e non è degno di rappresentarci all’estero? Che se la votino loro la missione se hanno i numeri al Senato! Ragion di Stato prioritaria e anche mandare a casa un’armata brancaleone che fa del male all’Italia e agli italiani la cui maggioranza vuole un altro Governo. Responsabilità e dovere dell’opposizione è tentare democraticamente di mandare a casa il prima possibile questo Governo e questa ex maggioranza. Loro a parti inverse farebbero lo stesso, anzi molto peggio!
Lorenzo

AIUTO!
S.O.S. dalla Sardegna, per favore aiutateci siamo in grave pericolo, chi può intervenire lo faccia, aiutateci a mandare a casa SORU e PRODI. Una gran bella coppia fallimentare.
Mauro

DIAMOGLI FILO DA TORCERE
Sono sdegnata perchè ci siamo ritrovati ancora quel “personaggio” che ci sta creando tanti guai. Mi fa altrettanto male vedere il centrodestra così diviso ora che dovrebbe coalizzarsi e dare un bel po’ di filo da torcere a quelli dell’unione!
Gera

POVERI INGRATI!
Ho seguito con attenzione le vicende della crisi di governo e sono disgustata dall’atteggiamento dei sedicenti alleati (Fini e Casini) che si sono adoperati per rinviare il ricorso alle elezioni. Oggi Fassino, durante il dibattito alla camera, ha detto che molti nella casa delle libertà non si fidano e non riconoscono Berlusconi come leader. Perché non facciamo subito una prova con la raccolta di firme pro Berlusconi leader? Forse Fini e Casini pensano di poter prendere il posto dell’unico vero leader della casa delle libertà? Poveri illusi e ingrati!!!
P.S. ho sbagliato nel passato, ma d’ora innanzi Fini e il suo partito non prenderanno mai più il mio voto.
via e-mail

SCENDIAMO IN PIAZZA
Chiedo a nome personale e anche di tantissima altra gente di organizzare una nuova mobilitazione nazionale a Roma, più grande di quella del 2/12/06, per chiedere subito le elezioni anticipate, perché non ne possiamo più di questo pseudo-governo. La cosa più “forte” sarebbe manifestare in milioni sotto in Quirinale affinché il messaggio arrivi bello diretto al capo dello Stato. Aiutateci per aiutarvi. Ci speriamo in tantissimi, molti di più di quanti eravamo il 2 dicembre. SILVIO PRESIDENTE INDISCUSSO.
Marinella

FACCIAMO QUALCOSA
Sono un pensionato napoletano con tanta voglia di farmi sentire, di far sentire la voce di quella società civile che finora era stata silente. Non potrò mai dimenticare quel vecchietto che a Roma il 2 dicembre scorso sfilava a fianco a me e mia moglie con il cartello : “Ho 75 anni, non ero mai sceso in piazza”.
Bisogna fare qualcosa per mandare a casa questo governo; se lasciamo spazio alla politica, passeranno altri inutili mesi a parlare della riforma elettorale o di altro, senza concludere niente. Io personalmente ho preso contatti col il circolo della libertà della mia città per l’iscrizione, proprio per poter dare anche un piccolo apporto alla causa. Occorrono infatti iniziative forti come quella vittoriosa sui ticket e non dispero che possa essere organizzata un’altra manifestazione di piazza anche meno imponente di quella di Roma.
Insomma dobbiamo muoverci, e se questo invito viene da un sessantaduenne, vuol dire che siamo a buon punto.
La ringrazio per il tempo dedicatomi e la saluto cordialmente
Alfredo