Lettere

NON MI ARRENDO, MI FIDO DI TE

Pubblicata il 15 ottobre 2009

Basta con questi “ministri” e Prodi. Non ne fanno una giusta,vedi la Turco, la Bindi, Ferrero, Visco, Prodi, Pecoraro, etc… È così che combattiamo la povertà, la delinquenza, la droga? Dove sono finiti quei valori che noi dobbiamo continuare a difendere e portare avanti? Questi “personaggi” sono solo degli irresponsabili. Cosa farebbero se non fossero al Governo? Non solo non sanno governare, ma nella vita hanno mai lavorato? Sanno fare un mestiere? Sono solo d’accordo per combattere Silvio in tutti i modi possibili, e male, ma adesso penso che se ne siano accorti anche i più ottusi. Non lo ammetteranno mai, ma vivono sulle nostre spalle e noi che non riusciamo a comprare una macchina nuova, dobbiamo anche pagare l’aumento del bollo! Per non parlare di tutto il resto. Io amo la mia patria e la mia famiglia, ho un cane dolcissimo e sono cresciuta con la favola che l’amore e la sincerità vincono sempre. Non sono assolutamente ricca, anzi. Ho un marito che all’età di 48 anni è sopravvissuto per miracolo dopo un intervento urgente di 4 by-pass al cuore, ha sempre lavorato, abbiamo fatto le ferie 2 volte da quando siamo sposati, ho una figlia di quasi 28 anni che all’età di 14 ha subito un incidente stradale e da allora non riesce a stare bene. Per cui, cara Brambilla (scusa la confidenza), come vedi non ho una vita facile, ma non mi arrendo, perché mi hanno insegnato ad amare e ad avere fiducia. Speriamo! Io mi distraggo un po’ seguendo la politica, quando non devo consolare mia figlia o lavorare. Confido nel tuo operato e in quello di Silvio, per rendere la vita un po’ meno gravosa. Se avete bisogno di collaborazione, io sono qui. In bocca al lupo,
Rosanna