Vai a: COPERTINA, AMBIENTE.

Sono in politica per
realizzare ciò che
credo giusto, altrimenti
mi sarei accontentata
di sognare.

News

foto-1

8 MARZO, ON. BRAMBILLA: “IL GOVERNO FESTEGGIA CON TAGLI SUBITO E POI SI VEDRA’ ”

Pubblicata il 8 marzo 2017

“Tagli subito e poi si vedrà: così il governo celebra la festa della donna”. Lo sottolinea l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza.

“C’è chi festeggia e chi sciopera”, ricorda la parlamentare di FI. “Ma il governo ha davvero uno strano modo di solennizzare l’8 marzo: il 23 febbraio scorso la conferenza Stato-Regioni ha deciso di tagliare, per il 2017, 211 milioni dei 311 previsti sul Fondo nazionale per le politiche sociali e 50 dei 500 di cui era dotato il Fondo per le autosufficienze. Il tutto mentre il Senato si appresta a votare un provvedimento contro la povertà in forma di legge delega, che non prevede stanziamenti adeguati neppure alle ambizioni dello stesso governo (contro i 20 miliardi stanziati per le banche) e richiederà comunque decreti applicativi. Invece che contribuire a rendere effettivo il principio della parità tra uomo e donna, sancito per legge grazie ai governi Berlusconi, l’esecutivo di centrosinistra risponde con un “tagli subito e poi si vedrà” alla domanda di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, attraverso un aumento e un miglioramento delle prestazioni alla famiglia e alla maternità, che è centrale per la vita delle donne e per aumentare il loro tasso di occupazione, bassissimo in Italia rispetto al resto d’Europa. L’Italia – sottolinea l’on. Brambilla – è in coda alla classifica europea della spesa per la protezione dei gruppi più deboli. Disabili, famiglia e infanzia, esclusione sociale, abitazione assorbono l’11 per cento della spesa sociale totale, circa 10 punti meno che in Francia e Germania. Con queste premesse – conclude – è difficile che la condizione della donna italiana possa cambiare in meglio”.

Rassegne stampa