Lettere

TANTE COSE CHE NON VANNO

Pubblicata il 15 ottobre 2009

Telefonia mobile: abolita la tassa sulla ricarica sono arrivati automaticamente i rincari.
Province: sono anni che mi permetto di dire che le province sono state create per fare posto ai galoppini dei politici, oggi con l’informatizzazione non se ne vede proprio la necessità.
Costo della politica: pensioni dopo due anni e mezzo da parlamentari è una vergogna, sia per il centro destra che non ha fatto nulla, maggiormente per il centro sinistra che si dice rappresentante dei lavoratori. Io ho lavorato in fabbrica per 39 anni, sono andato in pensione secondo la legge vigente per tutti i cittadini meno che per i parlamentari.
Stipendi parlamentari: da vergognarsi, poi a questi sono da aggiungere bonus, gettoni presenze, riduzioni sulle tariffe dei trasporti, portaborse, autisti ecc…
È certo che poi quando sanzionano il valore delle multe vengono fuori cifre da capogiro. 300 euro di multa per un padre di famiglia sono un quarto dello stipendio, a loro invece viene da ridere, bravi!
Pensioni: ancora non riesco a digerire che l’ex Presidente della Repubblica percepisca alcune pensioni da migliaia di euro e poi vota con e per il centrosinistra, altro che riformatori. Facciamo noi qualcosa che tutti si aspettavano dalla sinistra, sarebbe un sogno!
Via e-mail