Vai a: COPERTINA, POLITICA.

Difendere l'ambiente
e gli animali, vuol dire
scrivere i primi articoli
di un nuovo trattato di pace
tra gli uomini e la Terra.

News

LAMPEDUSA, INAUGURATO CENTRO PER LA STERILIZZAZIONE DEI RANDAGI

Pubblicata il 1 Luglio 2012

Una nuova struttura permanente per la sterilizzazione, la microchippatura e l’adozione dei cani randagi è stata inaugurata oggi a Lampedusa dal sottosegretario alla Salute Adelfio Elio Cardinale e dalla presidente dell’Enpa, Carla Rocchi, in rappresentanza della Federazione italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente. All’isola, protagonista involontaria dell'”emergenza sbarchi” nella scorsa stagione, il sottosegretario, ben deciso a farne “un esempio di efficace lotta al randagismo nelle regioni del Sud”, affinché l’isola possa diventare “un modello per analoghe realtà” ha voluto dedicare la sua prima visita da esponente del governo. Il rinnovato contrasto al randagismo, in particolare nel mezzogiorno, è il primo degli obbiettivi che il Ministero della salute e la Federazione hanno convenuto in occasione dell’ultima riunione del tavolo permanente che vede riuniti i due organismi; l’iniziativa di oggi si colloca quale applicazione fattiva di tale comune strategia.

La nuova struttura – frutto dell’impegno dell’Azienda sanitaria provinciale, del Comune e della Regione siciliana – ha avuto un primo “visitatore” d’eccezione: Claudio Baglioni. Il cantautore, che risiede sull’isola, ha voluto adottare una piccola meticcia alla quale ha dato il nome di “Isolina”, lo stesso titolo di una sua canzone.

“Quella di Lampedusa – dice Carla Rocchi – è una struttura d’eccellenza. Come Federazione proponiamo che l’esempio sia presto seguito sulle altre isole minori e serva da apripista per un’efficace azione di contrasto alla piaga del randagismo nel Meridione – tema che la Federazione considera prioritario – che in certe zone ha assunto dimensioni incompatibili con il vivere civile”.

Infine il sindaco di Lamnpedusa, Giusi Nicolini, ha accolto l’appello della Federazione “per la creazione di un’Italia animal friendly”: arricchirà l’offerta turistica dell’isola, individuando tratti di spiaggia destinati a visitatori con animali d’affezione al seguito.

Alla cerimonia erano presenti il Prefetto di Agrigento, Francesca Ferrandino, il capo del dipartimento della sanità pubblica veterinaria del ministero della Salute, Romano Marabelli, la dirigente veterinaria del ministero. Rosalba Matassa, e il comandante centrale dei Nas, generale Cosimo Piccinno.

 

 

Rassegne stampa

siti amici