Vai a: COPERTINA, AMBIENTE.

Sono in politica per
realizzare ciò che
credo giusto, altrimenti
mi sarei accontentata
di sognare.

News

mvb7circ

BRAMBILLA ALLA BIT: “PRESTO UN AIUTO AI NOSTRI OPERATORI”

Pubblicata il 18 Febbraio 2011

La domanda è insistente, la risposta del ministro arriva secca, decisa, quasi risentita: «Non è una buona politica turistica speculare sulla crisi che vivono nazioni a noi vicine. Non ci interessa intercettare le quote di mercato che stanno perdendo Paesi che sono anche amici e con cui abbiamo ottimi rapporti».
Affiancata da un Vittorio Sgarbi ‘viaggiatore’ sul palcoscenico Bit, Michela Vittoria Brambilla liquida così l’ipotesi che la dilagante tensione in Nord Africa e Medio Oriente possa rivelarsi una straordinaria opportunità per l’Italia turistica. Più che una frase diploma-dea, un’arringa contro l’idea di lanciare iniziative speciali per fare opera di seduzione sui vacanzieri (italiani o europei) spaventati dalle notizie provenienti dal Cairo, da Tunisi o da Bengasi. «L’Italia gioca la sua partita su altri terreni e ha tutto quello che serve: patrimonio, natura, cultura. Nessuno possiede il nostro appeal. Ed è qui che deve difendere la sua leadership nei confronti dei competi-tor: promuovere il bello, puntando sull’innovazione, su nuove forme di comunicazione, su regole precise per l’intero comparto. H sulla capacità di contenere i costi per i turisti. Negli ultimi due anni i nostri operatori ci sono riusciti e questo è positivo».
Però è innegabile la sofferenza di chi ha investita nell’area del Mediterraneo, in Tunisia, nella zona Sahariana, in Egitto.
«È vero. Stiamo già studiando soluzioni per interventi compensativi nei confronti delle aziende turi-stiche italiane che operano sui mercati nordafricani».
Davvero lei non crede a un effetto positivo per le nostre regioni turistiche, specie quelle meridionali. È una normale questione di domanda e offerta…
«Inevitabilmente parliamo del settore balneare: in fondo buona parte degli italiani che raggiunge il Mar Rosso chiede principalmente questo tipo di turismo. Bene, è il punto su cui il Ministero è intenzionato a lavorare maggiormente. Stiamo predisponendo un Piano complessivo di rilancio, con risorse adeguate per sostenerlo e operazioni di marketing per promuovere le nostre coste».
A proposito di vacanze. Non potrebbe essere una buona idea fare festa ili 7 marzo e andare in vacanza per qualche giorno?
«Guardi, da buona brianzola stakanovista direi che è importante lavorare. Ma mi rendo conto che il 2011 è avaro di ‘ponti’, piacevoli per chi può partire e utili per gli operatori del settore. Il 17 marzo potrebbe essere un’occasione per rilanciare il settore». Il calendario alla mano con una spruzzata di pragmatismo.

p.g. “Nazione-Carlino-Giorno”, 18 febbraio 2011

Rassegne stampa


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /var/www/vhosts/michelavittoriabrambilla.it/httpdocs/wp-content/themes/mvb2/slide-stampa.php on line 7