Vai a: COPERTINA, AMBIENTE.

Sono in politica per
realizzare ciò che
credo giusto, altrimenti
mi sarei accontentata
di sognare.

News

“BRAMBILLA: “BUONA TENUTA DEL SISTEMA TURISTICO”

Pubblicata il 28 Settembre 2009

“”E’ importante che il nostro sistema turistico abbia saputo mostrare notevoli capacità reattive nei confronti di una crisi economica che, per come si è andata delineando fin dagli ultimi mesi del 2008, avrebbe potuto produrre effetti molto negativi anche su questo settore. Tanto che si può parlare, stando ai primi riscontri avuti sull’andamento di queste vacanze pasquali, di una tenuta complessiva dell’offerta, in termini di flussi e di presenze, non solo a Roma e nel Lazio, ma anche in altre parti d’Italia”. E’ quanto ha dichiarato l’on. Michela Vittoria Brambilla, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega al turismo, intervenendo ai lavori della Conferenza per il turismo indetta dalla Regione Lazio. “Un milione di italiani in più, rispetto allo scorso anno, ha deciso di concedersi una vacanza pasquale e quasi l’80% di essi ha scelto di restare nel nostro Paese. Certo – ha aggiunto -la domanda si è modulata diversamente rispetto al passato: molte famiglie hanno cercato soluzioni il più possibile economiche, il che ha creato innegabili problemi alle strutture ricettive di maggior prestigio. Il sistema, però, nel complesso, non solo non si è fermato, ma ha mostrato, in tutti i suoi comparti, quella duttilità e quella flessibilità che sono sempre necessarie per superare i periodi di criticità congiunturale. E questo è di buon auspicio anche per la prossima stagione estiva: il Governo, infatti, operando in stretta collaborazione con le Regioni e con le categorie d’impresa, sta provvedendo a definire nuove e più aggressive strategie di promozione con una vasta gamma di pacchetti turistici che, per qualità, quantità e varietà di attrazioni e di itinerari, e poi per prezzi e costi dei servizi, possano essere di massima affidabilità e quindi anche competitivi con l’offerta che potranno produrre i mercati che sono oggi i nostri principali concorrenti”.

Rassegne stampa