Vai a: COPERTINA, AMBIENTE.

Sono in politica per
realizzare ciò che
credo giusto, altrimenti
mi sarei accontentata
di sognare.

News

BRAMBILLA:”IN VAL D’AOSTA LA NOSTRA PRIMA VITTORIA”

Pubblicata il 13 Novembre 2007

“Michela Vittoria Brambilla è euforica. «A Courmayeur abbiamo colto la nostra prima vittoria. Abbiamo iniziato e non ci fermeremo». Certo il test è un po’ piccolo e particolare. E i Circoli della libertà di Mvb erano alleati con l’Union Valdotaine, che sotto il Monte Bianco conta qualcosa, però i numeri parlano di un successo significativo, i candidati della pasionaria rossa (di capelli) hanno preso il 60% dei voti ed eletto sei consiglieri su 14.
Così vi presenterete alle prossime amministrative…
«Sì, ci presenteremo in tutto il Paese. C’è bisogno del nostro lavoro sul territorio, della nostra capacità di dare espressione alla società civile, per ribaltare le maggioranze politiche di sinistra in molte città. Aver fatto centro al primo colpo è la prova, anzi la controprova sul campo, dell’importante lavoro che facciamo».
Significa che i partiti della Cdl non riescono a rappresentare la società?
«No, è che noi possiamo fare quel che i partiti non possono fare. Possiamo muoverci più liberamente, perché siamo trasversali, nei nostri circoli ci sono persone provenienti da tutti i partiti della Cdl e anche di sinistra».
Dunque avremo un partito in più nella Cdl?
«Io veramente spero di riuscire a diminuire il numero dei partiti. Spero che i miei circoli funzionino da elemento aggregante, come abbiamo fatto a Courmayeur.
Questa aggregazione già c’è tra la gente e lo vedo nei miei circoli».
In questo momento, però, nella Cdl ci sono divergenze sulla tattica da adottare nei confronti del governo Prodi. Cosa ne pensa delle ipotesi di larghe intese sulle riforme?
«Le proposte di intese sulle riforme sono solo una melina per consentire al governo Prodi di galleggiare qualche giorno in più e fare così altri danni al Paese. Bisogna andare a votare al più presto, anche con le vecchia legge elettorale».
Ci faccia capire una cosa, i vostri circoli in cosa si distinguono da Forza Italia?
«Forza Italia è un partito, mentre i nostri circoli riuniscono persone che vengono anche da altri partiti. Noi peschiamo dappertutto. Lei pensi che il 35% dei nostri aderenti è simpatizzante di An».
Ma in Forza Italia c’è chi non vi vede con simpatia e anche in An non saranno contenti che gli portate via dei simpatizzanti…
«Ma no, c’è stata solo qualche incomprensione. Noi siamo un valore aggiunto per la Cdl, portiamo voti non ne facciamo perdere».
Venerdì, sabato e domenica sarete in piazza con Forza Italia?
«Certo, abbiamo aderito all’iniziativa di Berlusconi della raccolta di firme per chiedere le elezioni subito. E in questa occasione lanceremo anche le nostre primarie sulla sicurezza. Distribuiremo un modulo con sette proposte sulla sicurezza, la gente voterà e così avremo l’indicazione dei 3 o 4 provvedimenti che gli italiani considerano più urgenti».
Quelli che dicevano che i Circoli sono finti, saranno smentiti.
«Io lascio che a parlare siano i fatti, come a Courmayeur. I circoli ci sono, lavorano e non c’è giorno che non facciano iniziative».
Alle amministrative dunque debutterà il Partito della libertà?
«Il PdL è di Berlusconi e non so come lui intenda usarlo. Quando ci saranno le elezioni decideremo. Ora è presto per parlare di simboli».”
Nazione – Carlino – Giorno, 13/11/07

Rassegne stampa