Vai a: COPERTINA, AMBIENTE.

Sono in politica per
realizzare ciò che
credo giusto, altrimenti
mi sarei accontentata
di sognare.

News

BRAMBILLA:”LA SFIDA E’ SUL CAMPO E IO CORRO”

Pubblicata il 21 Dicembre 2007

“Berlusconi spara sui «raccomandati» della Rai e lei si dice «indignata per l’attacco al presidente». Motivo in più – pensa – per non fermarsi: ieri a Roma, oggi a Napoli, domani a Bari. Presenta i «magnifici 12», i membri dell’esecutivo nazionale dei Circoli della libertà, un salto a stringere la mano a Sarkozy («Incontro caloroso», confida). Poi subito via, sul nuovo pulmino della libertà. Ma soprattutto, Michela Vittoria Brambilla corre per le primarie del Popolo delle libertà. Perché, avverte, «d’ora in avanti i galloni si conquistano sul campo». Ed è un messaggio chiaro per chi si chiede se l’assemblea costituente del Pdl farà piazza pulita anche in Forza Italia.
Michela Brambilla, sta sudando i suoi galloni?
«Sì, però io non entro nella discussione sulle strutture dei partiti».
Ma, all’apparenza, nemmeno teme la competizione interna.
«E’ molto semplice: nella fase costituente saremo tutti uguali, la prova del consenso è la soluzione più democratica. E tutti i dirigenti dovranno passare la prova del consenso attraverso il voto».
Intanto l’altra sera, alla cena con ali azzurri, Silvio Berlusconi ha dovuto tranquillizzare i suoi: «Non abbiate paura se vedete che Brambilla è sempre invitata in tv…».
«E’ finita l’era del conflitto».
Lei correrà anche alla primarie?
«Certo. Il mio nome, al pari di tutti i dirigenti e di tutti coloro che vorranno, sarà sottoposto alle primarie».
Ci sarà una lista dei Circoli della libertà?
«E’ presto per dirlo ma troveremo il modo di identificarci».
Intanto ha presentato i suoi 12 colleghi dell’esecutivo nazionale. Li descriva.
«Sono grandi professionisti, avvocati, persone che non hanno mai fatto politica, sui 40 anni. Come me, del resto».
A proposito di compleanni…
Michela Brambilla si ritrae un poco. Ma è difficile non notare il suo nuovo anello ‘tricolore’, tre file di pietre preziose: smeraldi, brillanti, rubini. Al dito la bandiera dell’Italia, di Forza Italia, del Popolo delle libertà. «E va bene – confida lei – è il regalo dei 40 anni. Posso dire che non me lo ha regalato la persona a cui sono legata sentimentalmente, ma un uomo con cui c’è grande stima reciproca».
Insomma, non serve dire chi è.
«No, no», ride.
Tornando all’agenda politica, quando saranno le primarie»?
«Credo che di qui a tre mesi verranno fissati i paletti di questo importante appuntamento. Di sicuro non sarà un evento precostituito come è successo con il Pd».
Ma l’elezione di Berlusconi è scontata o, per esempio, si farà strada Gianni Letta?
«Letta ha grandi qualità, sarebbe un ottimo candidato, ma servono i consensi e Berlusconi ne ha il 63%, compreso il mio».
Ma lei non ha detto che correrà personalmente?
«Che c’entra, io dico: primarie a tutti i livelli…».
E, si sa, per la presidentessa dei Circoli della libertà il gradino più alto toccherà «per evidenza» a Berlusconi. Quanto agli altri ruoli…
Anche lei, come il Cavaliere, pensa che in Rai ci lavorano solo i comunisti o chi si prostituisce?
«Non entro nel merito della Rai. Dico invece che sono rimasta sconcertata da come certa magistratura faccia uso politico delle proprie funzioni e violi la libertà individuale. Siamo sotto regime».”
Nazione – Carlino – Giorno, 21/12/07

Rassegne stampa