Vai a: COPERTINA, AMBIENTE.

Sono in politica per
realizzare ciò che
credo giusto, altrimenti
mi sarei accontentata
di sognare.

News

MICIA FERITA DA UN PIOMBINO E PRESA A CALCI AD ANZIO (RM), ON. BRAMBILLA: “GESTO IGNOBILE, SERVONO PENE ESEMPLARI E UNA POLITICA CHE RISPETTI DAVVERO GLI ANIMALI”

Pubblicata il 20 Luglio 2020

“Ferire in modo grave e senza alcuna motivazione un animale è un gesto ignobile che qualifica le persone che l’hanno compiuto con l’unica definizione possibile: criminali”. A dirlo è l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, commentando il gravissimo episodio avvenuto a Lavinio, nei pressi di Anzio dove una micia di quattro anni è stata colpita in bocca dal piombino di un’arma ad aria compressa per poi essere presa a calci, rimanendo in fin di vita sull’asfalto. Subito ricoverata, ha avuto delle convulsioni ed è in coma farmacologico.

“Anche se la situazione risulta molto grave ci auguriamo che possa riprendersi – prosegue l’on. Brambilla – e che chi le ha fatto del male venga assicurato alla giustizia. Anche quando ciò accade, purtroppo, spesso chi ha compiuto questi gesti indegni non finisce, come dovrebbe, in galera e non solo perché le pene per maltrattamenti e uccisioni sono ancora troppo blande, ma anche perché il nostro sistema giuridico considera ancora gli animali come oggetti. Per questa ragione chiedo a governo e parlamento di discutere – e approvare al più presto – la mia proposta di legge costituzionale (AC 15) che, tra le molte rivendicazioni a tutela dei quattrozampe, chiede che essi vengano considerati come esseri senzienti e che la Repubblica ne promuova e garantisca la vita, la salute e un’esistenza compatibile con le loro caratteristiche etologiche”.

“Come associazione animalista radicata sul territorio – aggiunge Cristina Valeri, presidente della sezione romana di LEIDAA – aiuteremo le autorità a raccogliere le giuste informazioni sull’accaduto: chi sa o ha visto qualcosa per favore aiuti ad individuare i colpevoli affinché questo atroce reato non rimanga impunito. Facciamo anche un appello a tutte le scuole di qualsiasi grado di introdurre o aumentare l’educazione dei ragazzi all’ambiente e agli animali, è una necessità sempre più urgente”.

Rassegne stampa