Vai a: COPERTINA, AMBIENTE.

Sono in politica per
realizzare ciò che
credo giusto, altrimenti
mi sarei accontentata
di sognare.

News

BRAMBILLA:”QUESTO GOVERNO NON DURERA’ A LUNGO”

Pubblicata il 5 Luglio 2007

“«Hanno paura dei dati veri». Silvio Berlusconi torna all’attacco sul riconteggio dei voti delle scorse elezioni politiche. Come anticipato da Il Tempo, un dossier di Forza Italia mostra come la Cdl sia in netto recupero su un campione di schede riesaminate dal Comitato per la Verifica della Camera.
Il distacco si è ridotto da 25mila a poco più di 2 mila voti. E allora Berlusconi rilancia: «La Sinistra sa di non aver vinto elezioni, ecco perché il riconteggio prosegue a rilento». E leader di Forza Italia però sa bene che ci vorrebbe troppo tempo per avere un quadro definito sul reale esito elettorale e preferisce guardare avanti. Nel corso di una diretta della Tv delle libertà, in cui ha risposto alle domande dei telespettatori della nuova televisione di Michela Vittoria Brambilla, il Cavaliere ha spostato il tiro sulla durata del governo. «Piuttosto che andare a casa – ha accusato – questa maggioranza preferisce accettare il diktat della Sinistra estrema per restare al potere. Ma ci sono tanti senatori della maggioranza che non sono più disposti ad accettare questi diktat. Sono convinto che questa maggioranza non durerà a lungo, perché ogni giorno il governo da cattiva prova di sé».
È in forma Berlusconi e questo lo si capisce anche prima della diretta tv. «Mi raccomando – dice rivolto ai cronisti che lo attendevano fuori dallo studio – aspettatemi qui che poi torno e vi racconto un po’ di cose su questo governo». Ma poi ci pensa Vittoria Brambilla a coordinare lo show; ben 7.900 telefonate giungono al centralino nell’ora di trasmissione. Il Cavaliere risponde a tutte quelle possibili e non risparmia bacchettate a Palazzo Chigi. «Guardo a Prodi con preoccupazione, ma nel senso che non vorrei essere nei suoi panni. Pover’uomo che deve fare quando ha la Sinistra che su tutto impone i suoi diktat? Lo conosco bene dai tempi dell’Europa – prosegue il Cavaliere – e lui è assolutamente un moderato e liberale».
Un ostaggio della-Sinistra, come rischia di diventare anche il futuro segretario del Partito democratico e possibile candidato alla presidenza del Consiglio, Walter Veltroni. «È bravo. Ma sarà solo una controfigura, un clone di Prodi perché si troverebbe nella stessa situazione: o subisce i diktat della sinistra oppure non potrà fare meglio». Il Cavaliere non ci sta quando la stampa definisce Veltroni come la novità politica. «Ma se fa politica da 40 anni? Un persona capace – ribadisce – ma più che le chiacchiere della politica servono i fatti».
Poi Berlusconi corre su un altro dei suoi terreni preferiti: i sondaggi. Citando i risultati delle ultime rilevazioni di Euromedia, il leader di Forza Italia dice che la discesa in campo di Walter Veltroni non sposta gli equilibri politici a favore del Pd: «il Partito democratico – dice il presidente di Fi – era al 25,6%, è salito al 27% con la candidatura di Veltroni». Insomma, non avrebbe recuperato quel 10% che molti osservatori avevano stimato ma, secondo il sondaggio di Euromedia, circa l’I,5%. E dopo discorso di Torino il consenso «sarebbe salito dal-27%, al 27,1%». Sondaggi, certo, ma Berlusconi snocciola convinto l’ultima ricerca che ha sotto mano, sottolineando come con il 31,6% Forza Italia «resta il primo partito italiano».”
Il Tempo, Alessandro Usai, 05/07/07

Rassegne stampa