Vai a: COPERTINA, AMBIENTE.

Sono in politica per
realizzare ciò che
credo giusto, altrimenti
mi sarei accontentata
di sognare.

News

BRAMBILLA:”SI’ ALLA LISTA DI FERRARA”

Pubblicata il 13 Febbraio 2008

“«Bentornato Giuliano Ferrara. Ma il suo posto è nel Popolo delle Libertà». La campagna elettorale non è ancora cominciata e già ha fatto la sua prima vittima. È Michela Vittoria Brambilla. A letto, con trentotto e mezzo di febbre. Voce sincopata. Colpo di tosse che interrompe i ragionamenti della presidentessa dei Circoli della Libertà a intervalli regolari: «Che vuole farci», si giustifica divertita, «non ho più il fisico…».
Invece Ferrara ce l’ha eccome, il fisico. Ha deciso di fare una lista tutta sua. Problemi per il Pdl?
«Chiariamo: nel momento in cui la politica prova a rinnovare se stessa e a ritrovare i suoi valori, la discesa in campo di uomo di spessore intellettuale come Ferrara va salutata con favore. È grazie a Giuliano se si è riaperta in termini laici una vera discussione sull’aborto».
E c’è bisogno di fare un partito per questo?
«Io dico: Ferrara entri nel Popolo delle Libertà. Il suo contributo è indispensabile. E non perché occorra dare voce al neoguelfismo o per compiacere la Chiesa. Non è così. Il tema della vita è centrale per il dibattito politico e deve essere affrontato come fa lui. Laicamente».
Legge 194: lei cosa ne pensa?
«Che è stata e continua a essere applicata in maniera parziale e maldestra. Basta fare un giro nei consultori per vedere come la pratica contraddice quotidianamente i principi ispiratori di quella legge. D’accordo, la donna deve essere libera di decidere. Però la decisione deve essere maturata valutando tutti gli aspetti. È così? Quasi mai. Ed è un problema di cultura e di valori, prima che di etica e di religione. Per questo ritengo sia banale ridurre il dibattito alle ingerenze della Chiesa. Certo, la Chiesa dice la sua come è giusto che sia. Ma lo Stato laico non può abdicare alle sue responsabilità lasciando che una norma venga applicata in questo modo».
Torniamo alle alleanze: l’Udc sta dentro o fuori?
«Non so se e come potrà essere risolto il caso dei centristi. Però mi domando: se il partito di Casini condivide i principi che ispirano il Ppe, come può dissociarsi da un grande partito che si richiama proprio al popolarismo europeo?»
Forse perché a guidarlo c’è il non tanto amato Silvio Berlusconi?
«Guardi, alla fine i tanti distinguo dovranno fare i conti con la necessità di avere un partito che, per tradizione e cultura, ha vocazione maggioritaria. Sarebbe innaturale non trovare intesa».
Fini invece s’è convinto. E dire che all’inizio non ne voleva sapere del Popolo delle libertà…
«Ho grande stima per lui. Come Berlusconi, Fini ha assunto una decisione che altri non hanno avuto il coraggio, la forza e la determinazione di prendere, Il Pdl è un sogno che si avvera».
Storace invece pare intenzionato a rimanerne fuori…
«Mi sembra una sua decisione. I principi fondanti del suo partito sono quelli della vecchia destra. Non so quanto possano essere compatibili col Ppe. O forse lo sono ma Storace non ci ha ancora spiegato come e quanto lo potrebbero essere. Lo dico con tutto il rispetto per lui e con la stima che nutro per l’amica Daniela Santanchè».
Ultimo argomento, i Circoli. Avete chiesto trenta seggi, raccontano. È così?
«Non siamo ancora entrati nel merito del discorso candidature. Ma noi che rappresentiamo il nuovo non andremo certamente a rispolverare il manuale Cencelli. Il presidente ci ha definito “i rompi”».
Non sembra un complimento…
«E invece lo è. I circoli rompono con la vecchia politica. Vogliamo tagliare i suoi costi. Insisteremo perché la spesa pubblica venga ridotta di due punti già con la Finanziaria del 2009. Non solo. Insisteremo affinché le spese di Camera, Senato, ministeri e via dicendo vengano tagliate del 15-20 per cento. E poi più sicurezza, sviluppo, infrastrutture e via dicendo».
Farà il ministro?
«Io voglio fare quello che sto facendo. Il ruolo poi lo vedremo».”
Libero, 13/02/08

Rassegne stampa


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /var/www/vhosts/michelavittoriabrambilla.it/httpdocs/wp-content/themes/mvb2/slide-stampa.php on line 7