Vai a: COPERTINA, AMBIENTE.

Sono in politica per
realizzare ciò che
credo giusto, altrimenti
mi sarei accontentata
di sognare.

News

UNIONI CIVILI, ON. BRAMBILLA: “LE PIAZZE ALIMENTANO CONTRAPPOSIZIONI, GARANTIRE DIRITTI AI MINORI”

Pubblicata il 22 Gennaio 2016

Né con l’Arci gay né con il Family day: “Non sarò in nessuna delle due piazze. Sono da rispettare ma non mi pare siano il terreno di confronto più opportuno, perché alimentano una contrapposizione che, a ben guardare, non ha ragione di essere”. Lo dice, ospite di Skytg24, l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, che aggiunge: “FI è per la libertà di coscienza, sulle unioni civili la maggioranza di governo si spaccherà in Parlamento”.

L’ex ministro non nasconde la delusione per come si è sviluppato il dibattito. “Non mi piace nemmeno – osserva – la contrapposizione tra laici e cattolici. Io sono cattolica, ho avuto un’educazione cattolica eppure sostengo le Unioni civili e la stepchild adoption. Qui si tratta di diritti che il nostro Paese avrebbe già dovuto riconoscere da anni”.

“Forza Italia è per la libertà di coscienza – sottolinea – come il presidente Berlusconi ha ribadito anche nelle ultime ore. La maggioranza di governo si spaccherà in Parlamento. Purtroppo – lamenta l’on. Brambilla – si dibatte sull’argomento delle unioni civili e dei diritti connessi praticamente da tutti i punti di vista – quello degli adulti, quello delle ideologie dominanti, quello delle convenienze partitiche – ma trascurando l’elemento centrale: la tutela dei soggetti più deboli ovvero i bambini e i ragazzi che vivono in coppie di fatto, non importa se etero- o omosessuali. Dobbiamo garantire loro gli stessi diritti degli altri bambini e “inchiodare” i genitori, biologici o sociali, alle loro responsabilità”

Rassegne stampa